Home » Recensioni broker forex

Recensioni broker forex

Trading finanziario professionale: 5 verità che (forse) non sai

Attorno al trading finanziario professionale, ovvero al trading finalizzato all’arricchimento, ruotano parecchi pregiudizi, complice un approccio al marketing che spesso non rende onore al sacrificio e, in fondo, ai requisiti i professionali necessari per generare profitto. In alcuni casi, si può parlare di veri e propri falsi miti.

In questo articolo elenchiamo e approfondiamo alcune verità niente affatto scontate circa il trading finanziario professionale, o almeno non scontate per i profani della materia e per gli aspiranti trader, ovvero chi – magari raggiunto da qualche messaggio pubblicitario – sta valutando l’ingresso in questo mondo.

Il trading finanziario professionale è un’attività molto complicata

Questa è la verità più importante da comprendere, l’unica che consente di partire con il piede giusto e consente di evitare rovinose perdite di capitale. E’ altresì una verità non scontata per chi è a digiuno di trading, dal momento che alcuni messaggi pubblicitari sembrano voler dire il contrario. Sia chiaro, diventare ricchi con il trading finanziario professionale è una possibilità concreta, ma non è assolutamente automatico. Anzi, come vedremo nel prossimo punto di “garantito” non c’è nulla. Dunque il consiglio è di prepararsi, studiare e impegnarsi nella formazione prima di tentare la carriera nel trading.

Tutti i trader perdono

Questa è una verità controintuitiva. Anche perché, se è vero che tutti perdono, non si spiegherebbe la presenza di trader ricchi.

Questa frase, però, vuol dire essenzialmente una casa: che tutti i trader, almeno una volta ogni tanti, sbagliano gli ordini o semplicemente il mercato dà loro torto. E’ normale e fisiologico.

Ovviamente la differenza la fa il rapporto tra vittorie e sconfitte. Comunque non c’è dubbio che la sconfitta sia parte integrante di tutte le attività di trading. Con il concetto di sconfitta, dunque, è necessario venire a patti.

Fare trading è solo la punta dell’iceberg.

Operare nel mercato, e quindi chiudere e aprire ordini, è solo la parte finale di un processo lungo, complesso e difficile. E’ il risultato di un’attività strategica, di analisi e di pianificazione.

E’ semplicemente impensabile riuscire a guadagnare con il trading finanziario professionale senza una strategia ben precisa, un approccio dedito alla gestione del denaro e del rischio, senza uno studio del mercato in senso diacronico (ovvero facendo riferimento a modelli statistici elaborati sulla scorta delle contrattazioni passate). Strategia, analisi, risk and money management sono i pilastri di un’attività di trading profittevole.

L’aspetto psicologico è quasi più importante di quello tecnico.

Questa è una verità sconosciuta alla stragrande maggioranza dei profani. Cosa può mai avere a che fare la psicologia con il trading? Se si guarda al modo con cui i media ritraggono il trader, assolutamente nulla: il trader vincente è un individuo freddo, calcolatore, una vera macchina per fare soldi.

E invece la verità è un’altra. Il trader è prima di tutto un uomo, e nello specifico un uomo che deve fronteggiare ogni giorno la paura di perdere il denaro, lo stress del mercato, ondate emotive che rischiano di spazzare via la sua lucidità.

Da qui la necessità di curare in primis l’aspetto psicologico, di inserirsi in un vero e proprio percorso di training mentale.

E’ possibile automatizzare l’attività di trading.

Già, esistono software che consentono di automatizzare l’attività di trading. Ciò non significa che una macchina o una intelligenza artificiale possa produrre guadagni al posto del trader. La questione è più complicata di così.

plus500

Molto banalmente, è possibile utilizzare dei software che gestiscono l’operatività, ovvero l’apertura e la chiusura degli ordini, in base alle indicazioni che il trader dà. Sono strumenti molto utili, se si è capaci di utilizzarli, in quanto consentono di delegare alla macchina la fase in cui la pressione emotiva si fa più forte.

E’ anche un modo per coprire l’intero arco della giornata, e quindi aumentare a dismisura la capacità di cogliere le occasioni che il mercato offre. Questi software, nello specifico, prendono il nome di Expert Advisor.

FBS broker con 50$ free e leva 1:3000

Di recente la normativa MiFID ha costretto tutti i broker CFD a un approccio iper-conservativo verso i servizi offerti ai clienti. Ciò, però, non vale per i broker con sede al di fuori dell’Unione Europea, ancora liberi di proporre le più varie condizioni economiche e di farsi giudicare solo dai trader. Tra questi spicca FBS, uno dei broker con la migliore offerta “economica” in assoluto.

Il profilo di FBS Broker

FBS è un broker dalla doppia faccia. E’ sia market mover che ECN. Il trader può dunque decidere se operare in un ambiente “protetto” o se usufruire delle opportunità che il mercato profondo e reale gli offre. Ha sede nella Isole Marshall ma vanta delle solide licenze, dunque non ci possono essere dubbi sulla sua sicurezza. Nello specifico, è regolamentato dalla famosissima Cysec e dalla IFSC, International Financial Services Commission.

La qualità di FBS è dimostrata anche dai numeri. Ovvero, dalla quantità di broker che vi fanno riferimento. Essi sono oltre 9.000.000, distribuiti in ogni parte del globo (190 paesi!).

Gli standard raggiunti da questo broker sono testimoniati anche dai premi che ha di recente conquistato. Dal 2009 al 2011 è stata nominata “Fastest growing broker Asia”. Nel 2013 è stata premiata come miglior broker in Asia e nel sud-est asiatico.

Non ci possono essere dubbi. FBS è un broker sul quale fare affidamento.

I vantaggi di FBS leva 1:3000

FBS vanta caratteristiche particolari, che raramente si trovano nei broker di tutto il mondo, specialmente in quelli europei. Ecco un sunto dei suoi vantaggi.

Leva stratosferica. In un contesto che assiste a una svalutazione della leva, depressa dalla MiFID, FBS propone la leva più alta di tutti i tempi, ovvero la 1:3000.

Assicurazione gratuita. A certe condizioni, FBS consente di assicurare il proprio deposito (si può assicurare dal 10% al 100%). In questo modo è possibile fare trading senza timore di finire sul lastrico.

Metodi di pagamento a misura di cliente. I trader possono versare e prelevare denaro dai propri conti attraverso numerosi canali, la maggior parte dei quali prevede zero commissioni: circuito Visa, circuito Mastercard, Neteller, Perfect Money, Skrill e altri.

Ricche promozioni. Anche da questo punto di vista FBS sembra avere pochi rivali. Non ne ha certo in Europa, in cui la normativa ha ristretto enormemente il margine di azione per i broker che intendano offrire promozioni. Nello specifico FBS propone un bonus di benvenuto di 50 dollari (ritirabile a specifiche condizioni), un bonus del 100% sul primo deposito e altro ancora.

L’offerta di FBS + bonus 50$ gratis

La prima voce in cui FBS eccelle è quella relativa alle tipologie di account. L’offerta è davvero ricca e si sviluppa su binari insoliti per un broker.

  • Conto Cent. E’ l’account dedicato agli assoluti principianti. Ha condizioni economiche veramente vantaggiose. Il deposito minimo iniziale, per esempio, è di 1 dollaro. Lo spread è variabile e parte da 1 pip. Non ci sono commissioni, la leva finanziaria raggiunge 1:1000.
  • Conto Standard. In questo caso, il deposito minimo iniziale è comunque ultra-competitivo, e pari a 100 dollari. Non ci sono commissioni e gli spread partono da 0.5 pip. La leva finanziaria raggiunge lo strabiliante rapporto di 1:3000. Il volume degli ordini possibili è compresa tra 0,01 lotti e 500 lotti.
  • Conto Micro. Questo account è una via di mezzo tra lo Standard e il Cent. Il deposito minimo iniziale è infatti di 5 dollari. Lo spread è anche in questo variabile e parte da 3 pip. Ovviamente, non ci sono le commissioni. La leva, proprio come nello Standard, raggiunge 1:3000.
  • Conto Zero Spread. E’ una specie di account “deluxe”. Infatti, il deposito minimo iniziale è più alto, pari a 500 dollari. Lo spread però, come suggerisce il nome, è ancorato a zero pip. In compenso si pagano le commissioni, comunque molto leggere: 20 dollari a lotto. La leva finanziaria massima è pari a 1:3000.
  • Conto ECN. E’ l’account riservato ai veri professionisti. Non a caso consente di operare in ECN. Il deposito minimo iniziale è di 1000 dollari, lo spread è variabile e parte da 1 pip. Le commissioni sono basse e fisse: 6 dollari a ordine. La leva finanziaria raggiunge 1:500.
  • Conto illimitato. Dedicato ai maestri del trading: il deposito iniziale è di 500 dollari, non ci sono commissioni, lo spread parte da 0.2 pip, è possibile generare volume pari a 500 lotti, non vi è un limite nel numero di posizioni aperte contemporaneamente.

Tutti i tipi di conto (eccetto l’ECN) consentono di fare trading sulle valute, sui metalli, sulle criptovalute, sui CFD. Nello specifico l’offerta comprende ben 35 coppie valutarie, oro, argento, palladio, platino, CFD del Brent, del WTI, del DAX30, Bitcoin, Ethereum, Litecoin, Dash.

Le piattaforme di trading, invece, sono le inossidabili MetaTrader 4 e MetaTrader 5.

Tradeo, Social & Copy trader

Tradeo.com, che ha conferito al concetto di social trading – già esplorato da altri broker – una dimensione nuova e dirompente.  In un panorama molto omogeneo come quelli dei broker CFD forex & criptovalute fa scalpore chi, con la forza delle idee e delle competenze riesce a farsi strada in maniera innovativa. Sullo sfondo, servizi di trading “puri” comunque all’altezza e, anzi, di qualità superiore alla media.

Il Broker Tradeo.com

Innanzitutto, Tradeo.com è un broker sicuro. Lo testimonia, oltre il successo che ha raccolto negli ultimi tempi, il possesso di una licenza erogata dalla Cysec, uno degli enti regolatori più importanti del mondo.

Tradeo.com aderisce inoltre alla normativa MiFID 2, che è tra le più restrittive al mondo (in una prospettiva di tutela assoluta del consumatore). Ciò gli permette di essere presente in buona parte dei paesi europei: Austria, Bulgaria, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Italia, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Polonia, Portogallo, Spagna, Olanda, Regno Unito, Romania, Slovenia, Slovacchia.

Ovviamente, il broker possiede una licenza presso buona parte degli enti regolatori di queste singole nazioni.

Tradeo.com è stato creato da un gruppo di trader e di formatori, il cui scopo era creare un servizio di broker innovativo, che partisse da basi diverse rispetto a quanto visto finora. Un servizio valorizzato dal concetto di community e dalla libera circolazione delle conoscenze. Ne è nato una avveniristica offerta di social trading.

Il social trading di Tradeo.com

Tradeo.com non offre il classico servizio di social trading. Questo, anzi, si sviluppa in quattro servizi distinti ma complementari.

  • Copy Trading. I trader possono copiare in automatico gli ordini degli altri trader. A ciascun trader “da copiare” è assegnata una scheda, la quale contiene tutte le statistiche necessarie per operare una selezione efficace. La novità sta, oltre che nell’abbondanza di informazioni, nella possibilità di copiare più trader contemporaneamente. In questo modo è possibile usufruire delle competenze di tutti, come se si stesse diversificando un portfolio.
  • Ricezione gratuita di segnali. I trader, se lo vogliono, possono ricevere segnali gratuitamente e tradare di conseguenza. Un modo innovativo ed efficace di intendere il trading “assistito”.
  • Social Network. E’ possibile dialogare con gli altri trader liberamente su una piattaforma specifica, che ricorda da vicino un social network. Tradeo.com punta allo sviluppo di una community forte e solidale, nel quale le idee e le competenze circolano liberamente.
  • Piattaforma Sentiment. Grazie a questa piattaforma, i trader possono visualizzare i dati che riguardano il comportamento degli altri trader, ovvero indicatori che riflettono in maniera cristallina il sentiment. Un aiuto in più, tanto per i principianti quanto per i professionisti.

L’offerta di Tradeo.com

Sullo sfondo, servizi di trading classici, per giunta di ottimo livello.

Grazie a Tradeo.com è possibile fare trading con i CFD di oltre 150 asset i quali comprendono coppie valutarie, criptovalute, azioni, materie prime e indici.

  • Conto demo gratis
  • webinar didattici gratis
  • Social & copy trading
  • metatrader, web trader e app per mobile

In generale, viene proposto un ambiente ideale nel quale tradare. Gli spread per esempio, sono tra i più bassi del mercato, non ci sono commissioni.

Leva finanziaria da 1:30 fino a 1:200

I dettagli completi sulla leva finanziaria e su come qualificarsi Clienti Professionali (secondo la normativa ESMA 2018) e raggiungere la leva di 1:200 è presente sul sito internet. 

I trader che risiedono fuori Europa possono ottenere la leva finanziaria massima di 1:200 senza la necessità di qualificarsi come Clienti Professionali.

Account Demo gratuito

Viene messo a disposizione un account demo nel quale fare pratica (con 50.000 dollari demo).

D’altronde, Tradeo.com eccelle anche sul lato della formazione / assistenza. Vengono organizzati dei webinar con cadenza settimanale, sono messi a disposizione video tutorial, a ciascun trader su richiesta è assegnato un coach in carne ed ossa pronto a rispondere ai suoi dubbi.

Insomma, Tradeo.com è un broker da prendere in considerazione perché offre servizi di qualità, ben organizzati, dalla portata innovativa.

Tickmill: il broker a misura di trader

Tra i tanti broker in circolazione, spicca uno che ha deciso di differenziarsi per l’offerta, nettamente a vantaggio dei trader neofiti: è Tickmill. Il suo approccio è palese, se si guarda ad alcuni elementi come gli strumenti di trading, i contenuti didattici e soprattutto le condizioni economiche. Ecco tutto ciò che c’è da sapere su Tickmill, e perché è un broker da prendere seriamente in considerazione.

tickmill

Tickmill in pillole

Tickmill è un broker europeo, e nello specifico inglese, con sede a Londra. Si pone sotto la regolamentazione FCA, ente regolamentatore tra i più importante al mondo, che ha erogato in suo favore una solida licenza. Alla luce di ciò, Tickmill opera secondo le regole del MiFID, che è la normativa più stringente in assoluto per ciò che concerne la tutela degli investitori. Tickmill possiede inoltre la licenza di FSA, autorevole ente di regolamentazione americano.

Visita il sito ufficiale di Tickmill UK

Le condizioni economiche di Tickmill

Da questo punto di vista, Tickmill appare imbattibile, superando in accessibilità persino un broker quotato come Plus500. Partiamo dal deposito minimo, che è veramente irrisorio. Per iniziare a fare trading, infatti, sono sufficienti 25 dollari. Ciò è vero per i due account retail, il Classic e il Pro, mentre quello VIP, riservato di fatto ai professionisti, richiede un deposito di 50.000 dollari.

Anche per ciò che concerne gli spread Tickmill è insuperabile: l’account Classic prevede spread da 1,6 pip in su, mentre gli altri due non li prevedono neanche. Si segnalano commissioni solo sugli account Pro e Vip, rispettivamente di 2 e 1,6 dollari ogni 100.000 dollari negoziati.

Tutti possono quindi iscriversi a Tickmill, e guadagnare fin da subito. Anche perché la leva è estremamente alta, benché variabile. In riferimento al trading su determinate coppie valutare, infatti, si raggiunge l’eccezionale leva di 1:500.

L’offerta di Tickmill

Grazie a Tickmill si può investire sul Forex, sulle obbligazioni, sulle materie prime, con i CFD sul petrolio, sugli indici e sul cambio Bitcoin-Dollaro. Tutti gli account mettono a disposizione le combinazioni di quattro valute: euro, dollaro, sterlina inglese e zloty polacco. Nella migliore delle ipotesi, però, si contano ben 62 coppie valutarie.

Ottima è anche l’offerta di strumenti di trading. A disposizione dell’utente, un vasto assortimento di grafici e indicatori, un software per l’autotrading e il copy trader (myFX Book, attraverso cui si replicano gli ordini altrui), un calendario economico ben aggiornato e con tanto di stime degli analisti, un servizio VPS all’avanguardia.

Si segnala, infine, una offerta didattica molto completa, a prova di principiante. I contenuti sono tutti gratuiti e immediatamente fruibili sul sito. Essi comprendono webinar, video tutorial, un glossario e articoli di blog e di approfondimento.

Insomma, a giudicare da questi elementi e dal successo che sta riscuotendo, Tickmill è un broker cui fare affidamento, soprattutto se siete dei principianti alle prime armi.

eToro criptovalute: copy funds e social trading

eToro è capace di stupire, di rinnovare se stesso e di trasformarsi in una delle piattaforme per il trading di criptovalute più apprezzata e innovativa. Testimone di ciò è eToro, uno dei broker più interessanti in assoluto, in grado di porsi all’avanguardia del settore e portare novità destinate a fare scuola. Il riferimento è al Social Trading e al trading di criptovalute. Ecco cosa è eToro, che tipo di offerta mette a disposizione e un approfondimento sugli elementi Social e Crypto.

eToro: visita il sito ufficiale

eToro in pillole

eToro è un broker market maker molto affidabile. In quanto tale, mette a disposizione dei trader un ambiente controllato, assicura tutti gli ordini, impone degli spread. La buona notizia è che i prezzi sono quanto di più simile ci possa essere al mercato reale, e in più lesina spesso nelle commissioni. Ne conseguono condizioni economiche incredibilmente favorevoli.

Ovviamente, eToro è un broker regolamentato. Si fregia, infatti, delle licenze erogate da Cyec e Fca, due tra i più importanti enti di regolamentazione. Tra l’alto, sottostà alla normativa europea MiFid, che è la più efficace nella protezione del consumatore.

A stupire di eToro è in primo luogo l’offerta, che è tra le più complete del mercato. I trader hanno solo l’imbarazzo della scelta, tra Forex (quindi coppie di valute), azioni, indici, materie prime, ETF e CFD. Anche il numero di asset è straordinariamente alto, e si fregia della presenza di beni anche “esotici”, che proprio per la loro volatilità pongono in essere interessanti opportunità di guadagno.

Non c’è dubbio però che, almeno per ora, il piatto forte di eToro sia rappresentato all’offerta di Social Trading e di trading con le criptovalute.

Il Social Trading con eToro


L’espressione “Social Trading”, almeno in eToro, sta a indicare una gamma di servizi che consente ai trader di automatizzare la propria attività, “appoggiandosi” ai trader più importanti e di successo, in una prospettiva di replica fedele. Le opportunità sono due.

  • Copy Trader. In questo caso, l’utente copia direttamente un Popular Investor, ossia uno dei trader individuati dal broker come ultra-competenti. L’utente può scegliere quale trader seguire, agganciare il suo conto e… Basta, tutto qui, non sono richiesti sforzi particolari da parte sua.
  • CopyFunds. In questo caso, il conto dell’utente replica in automatico quanto accade nel conto non di un trader, bensì di fondi speciali, raggruppati secondo il criterio tematico. E’ ottimo, se l’obiettivo è diversificare quanto più possibile.

Attorno a questi servizi, eToro ha organizzato una community ricca e vivace. Grazie a questa, gli utenti possono parlarsi, dialogare, scambiarsi consigli, persino fare amicizia. Soprattutto, possono imparare l’uno dall’altro.

Il trading di criptovalute con eToro

eToro è stato uno dei primi broker a inserire le criptovalute nella sua offerta. Il trading Crypto in eToro si basa sui CFD. Gli utenti, infatti, non scambiano fisicamente la criptovaluta, bensì strumenti derivati. Si tratta di un vantaggio, visto che uno scambio diretto risulterebbe lento e poco efficace, visti i tempi tecnici necessari a realizzare le transazioni di Bitcoin e compagni.

eToro mette a disposizione un invidiabile parco di criptovalute: Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Ethereum Classic, Ripple, Dash, XLM, Neo.

Le condizioni economiche sono favorevoli. Gli spread vanno dall’1,5% al 5%, che sono percentuali molto basse, se si considerano le particolarità di questa asset class.

Markets.com: un broker a misura di trader e di Bitcoin

Markets.com è uno dei broker più importante del panorama trading online e per le criptovalute (come il Bitcoin). Si impone, infatti, grazie a una offerta completa, a condizioni economiche favorevoli, alla capacità di porsi sempre al fianco del trader. Ciò è testimoniato, tra le altre cose, dalla presenza di contenuti formativi all’avanguardia e da un servizio di assistenza molto qualificato. Sono molti i tratti di eccezionalità che Markets.com, almeno in riferimento alla media dei broker, può vantare. Ecco i più significativi.

markets.com

  • Solida regolamentazione. Il broker possiede licenze erogate dalla cipriota Cysec e dalla sudafricana FSB (Financial Service Board), tra le organizzazioni regolamentatrici più importanti del mondo.
  • Offerta di asset straordinaria. Si contano circa 200 asset, un numero difficilmente raggiungibile dagli altri broker.
  • Opportunità di guadagno fuori scala. Markets.com consente ai trader di applicare leve altissime, pari a 1:300. La leva massima, va detto, cambia da asset class ad asset class, ma raramente scende sotto 1:50.
  • Offerta di piattaforme completa. Markets.com mette a disposizione una ricca gamma di piattaforme. Oltre alla solida MetaTrader 4 (che rappresenta lo stato dell’arte nonostante le versioni successive) i trader possono scegliere una piattaforma proprietaria, la piattaforma broker WebTrader e una piattaforma sotto forma di app compatibile sia con Android che con iOS.
  • Trading di Bitcoin con leva 1:5 e con altre 15 criptovalute

Puoi provare Markets.com da qui

L’offerta di Markets.com nel dettaglio

Markets.com permette di fare trading sul Forex, quindi scambiando valute, e CFD. Questo particolare strumento fa parte della categoria “derivati”. Il trader non possiede l’asset, che nella fattispecie funge da sottostante, bensì un titolo che ne replica il prezzo e, in generale, l’andamento.

Per quanto riguarda l’offerta in senso stretto, Markets.com consente di fare trading su oltre 50 coppie di valute. Il trader, quindi, ha a disposizione le classiche major, ma anche le valute più esotiche. Sotto forma di CFD, poi, è possibile fare trading con le azioni, gli indici, le materie prime, gli ETF e persino le criptovalute. A dire il vero, è disponibile solo il Bitcoin, che è comunque una garanzia, ma non si esclude l’integrazione di altre valute virtuali. I trader possono investire sui CFD che hanno come sottostante i future del Bitcoin quotati nei mercato CME e CBOE.

futures bitcoinL’offerta si fregia anche della presenza di numerosi strumenti, i quali hanno lo scopo di supportare gli utenti nella loro attività di investimento, nonché di creare le condizioni favorevoli per una buona analisi tecnica o una estrazione di segnali sicura. Si segnala, da questo punto di vista, la presenza di un calendario economico molto aggiornato; del Marketing Consensus, che è un pacchetto, anch’esso molto aggiornato, contenente le analisi dei maggiori esperti mondiali e una enorme quantità di dati; di una vera e propria centrale di analisi tecnica. Essa contiene indicatori di sicura efficacia, quali i punti pivot.

Un broker a misura dei trader

Markets.com si caratterizza anche le attenzioni che presta all’utenza, come si evince dal sistema informativo. Esso ha come nucleo principale i webinar, che sono tra gli strumenti più efficaci per imparare le nozioni base sul trading ma anche per ampliare il proprio bagaglio di competenze. Ai webinar si accompagna un centro di supporto che si distingue per una grande immediatezza, sviluppato mediante il sistema delle FAQ. Chi necessita di chiarimenti, può consultare con estrema facilità la relativa sezione del sito ufficiale.

Il punto forte del programma di formazione è il conto demo. Grazie ad esso, infatti, è possibile dare una svolta a proprio percorso di formazione. E’ possibile, nella fattispecie, fare pratica in tutta sicurezza, se rischio di perdere il capitale. Nei conti demo, infatti, il mercato è reale, così come i segnali che si possono ricavare con la normale attività di analisi, ma il denaro è finto. A differenza della maggioranza dei broker, siano essi di Forex o di CFD, Marktes.com propone un conto demo illimitato. E’ possibile utilizzare questa versione senza limiti di tempo.

Anche in virtù di ciò, possiamo definire Markets.com un broker a misura di trader.

ITrader: uno dei migliori broker in circolazione?

L’offerta di broker è davvero corposa, e lo è da parecchi anni. Ciò non implica, però, che alcuni broker emergenti non siano in grado di conquistare la scena. E’ il caso di iTrader, che propone una politica economica su misura di tutte le tasche, valorizzata da un ambiente di trading efficiente e sicuro. Ecco tutto ciò che c’è da sapere sul broker iTrader.

iTrader è un broker sicuro

La sicurezza è una delle qualità che caratterizzano iTrader. E’ infatti ben regolamentato, come dimostrano le tante licenze che può vantare. Su tutte, quella erogata da Cysec con licenza n° 198/13, che uno degli enti più prestigiosi al mondo. Da segnalare anche la licenza erogata da FCA, che in fatto di tutela del trader non è seconda a nessuno.
iTrader

iTrader è un broker sicuro (puoi controllare le regolamentazione e licenze da QUI) anche in virtù di una seria politica di gestione dei conti. Questi ultimi, infatti, sono segregati. Il denaro dei trader è depositato in conti separati, quindi anche nella peggiore delle ipotesi la liquidità dei clienti non corre alcun rischio.

Ciò che, lato sicurezza, distingue iTrader da molti altri broker in circolazione, è l’utilizzo della tecnologia Secure Socket Layer, che si caratterizza per un sistema di crittografia granitico. Le operazioni sono svolte in conformità con il protocollo PCI livello 1. Ciò significa che, tra le altre cose, il flusso dei dati è perennemente protetto.

L’offerta ampia di sottostanti iTrader

Un altro punto di forza di iTrader è rappresentato dall’offerta di asset, che è veramente corposa. I trader, infatti, hanno a disposizione:

  • Coppie di valute. I trader possono scegliere tra circa cinquanta coppie di valute, all’interno delle quali sono comprese anche monete esotiche come il fiorino ungherese.
  • Azioni. Si segnala quasi un centinaio di azione, le quali afferiscono ai settori più svariati.
  • Indici. I trader possono investire su parecchi indici, tra cui si apprezzano il il Dow Jones, il Nasdaq, l’SP 500, il DAX 30, il CAC 40, il FTSE 100, il NIkkei 225.
  • Materie prime. Anche in questo caso l’offerta è sterminata. Si contano svariati metalli preziosi, come l’oro, l’argento, il rame e il platino; energetici quali petrolio, gas naturale e greggio; alimentari come il mais, il grano, lo zucchero, il caffè e il cacao.
  • Bitcoin e criptovalute come Ethereum, Bitcoin Cash, Ripple e Litecoin

Conti e commissioni di iTrader

iTrader è un broker a misura di trader. Ciò si evince dalla politica economica che, per usare un termine caro alla macroeconomia, è “accomodante”. Un esempio di tale approccio ha come protagonisti gli spread, che sono molto più bassi della media. Per esempio, alla coppia euro dollaro è associato uno spread di 0,3, sebbene i picchi estremi si trovino nel segmento degli energetici (il gas naturale “soffre” d uno spread pari a 0,003).

iTrader è un broker che cerca di esaudire le speranze di guadagno dei suoi clienti. Lo fa, tra le altre cose, mediante una offerta di leva davvero interessate. Questo risulta evidente se si guarda all’offerta di Forex Trading, che prevede la possibilità di operare con una leva di 1:500. La leva, va detto, cambia a seconda dell’asset class, ma comunque si va dalla 1:50 alla 1:125.

Le piattaforme di trading

Come abbiamo già anticipato, iTrader predispone un ambiente di trading efficiente e confortevole. L’ambiente di trading è, in un certo senso, ampiamente “personalizzabile”, nel senso che i trader possono scegliere tra numerosi conti e piattaforme. Per quanto riguarda le piattaforme, l’offerta consiste nel bilanciatissimo MetaTrader 4, che secondo alcuni rappresenta tutt’ora il non plus ultra in termini di piattaforme; in Web Trader, che consente di operare via browser e di una versione mobile particolarmente performante.

Per quanto riguarda i conti, le possibilità sono tre.

  • Account Silver
  • Account Gold
  • Account Platinum

Valuta tutti i tipi di conti di iTrader – Clicca qui
La buona notizia è che tutti gli account sono caratterizzati da condizioni base eccellenti, sicché anche quello meno costoso, e in linea teorica meno fornito, offre tutto il necessario per intraprendere una proficua carriera nel trading. Per esempio, anche il Silver dà accesso a un servizio di assistenza e supporto completo e affidabile. Il Gold e il Platinum, però, hanno il pregio esclusivo di garantire l’accesso libero ai contenuti formativi. Mentre il Platinum, unico tra i tre, mette a disposizione segnali e VPS gratuiti.

Il pezzo forte dell’ambiente di trading è rappresentato dall’offerta di strumenti collaterali, di svariate utilità che rendono l’attività di investimento potenzialmente più efficace. Il riferimento è alla possibilità di sfogliare un calendario economico perennemente aggiornato, di usufruire di svariati indicatori di analisi tecnica e analisi di mercato pronte per essere interpretate.

Gestione Portafoglio di iTrader

iTrader possiede una speciale licenza CySEC che gli permette di offrire il servizio di Gestione Portafogli. Si tratta di un servizio con cui i clienti possono affidare il loro capitale agli uffici trading di iTrader per effettuare operazioni di trading online per conto loro.

Dal sito di iTrader si evincono i seguenti dati:

Dai dati pubblicati sembrerebbe esserci un’ottimo servizio. Se qualche lettore è interessato allora vi consiglio di contattarli per discutere con loro sui dettagli.

Gestione portafogli di iTrader – Clicca qui

Pepperstone: il broker ECN alla portata di tutti

Il broker Pepperstone può vantare però una qualità estremamente rara, frutto di una filosofia precisa. I trader hanno a disposizione numerosi broker, ciascuno dei quali – se guardiamo alla cerchia dei migliori – presenta una caratteristica particolare in grado di distinguerlo dalla massa. Il suo più grande merito, infatti, è aver regalato al grande pubblico la possibilità di operare in modalità ECN, abbassando le barriere all’entrata in termini di costi e competenze necessarie.

  • Broker ECN con licenza FCA e sede in UK
  • Spread a partire da 0,1
  • Ottimo per lo scalping o trading intraday
  • Mt4, MT5 e cTrader

Vale la pena, quindi, parlare diffusamente del broker Pepperstone.

Pepperstone, la sicurezza al primo posto

Pepperstone  nasce come un Forex broker ECN. Negli anni, però, ha saputo intercettare le esigenze di una utenza sempre più vasta mediante l’integrazione di altri mercati. Ad oggi, Pepperstone offre non solo il trading delle valute, ma anche dei CFD, dei metalli preziosi e delle commodity.

Lo fa in un contesto estremamente sicuro e protetto. Sono due gli elementi che comprovano questa affermazione. In primo luogo, il possesso di una licenza quanto mai solida. Essa è conferita dalla Commissione Australia per la Finanza e gli Investimenti, la celebre Asic, uno degli enti regolatori più inflessibili al mondo. In secondo luogo, Pepperstone opera la segregazione dei conti. In buona sostanza, i conti dei trader sono separati da quelli della società, e ciò pone in essere garanzie di sicurezza assolute.

Pepperstone, un broker alla portata di tutti

Pepperstone punta ad aprire le porte del trading a tutti. Lo fa mediante condizioni di trading estremamente favorevoli e un impianto formativo (fruibile direttamente dal sito, gratuitamente) all’avanguardia.

L’offerta di account pone il trader di fronte a una scelta.

  • Conto Standard. Mediante questo account, i trader operano con un approccio market maker. L’accesso al mercato non è diretto, ma gli ordini sono garantiti. Non si pagano le commissioni, che sono sostituiti dagli spread (come inferiori alla media degli altri broker). Il deposito minimo è veramente basso e pari a 150 euro.
  • Conto Razor. I trader che sottoscrivono questo account possono operare in modalità ECN. Ciò vuol dire accesso diretto al mercato, assenza di spread (o spread infimi, pari a 0,1 pip o poco più), commissioni basse ma fisse. Il deposito minimo è di 200 euro, praticamente un unicum nel panorama dei broker ECN.

Pepperstone stupisce anche se guardiamo all’offerta di asset.
I Forex Trader possono operare con:

  • Euro (EUR)
  • Dollaro americano (USD)
  • Sterlina (GBP)
  • Yen (JPY)
  • Dollaro australiano (AUD)
  • Dollaro di Singapore (SGD)
  • Dollaro di Hong Kong (HKD)
  • Franco svizzero (CHF)

Visita il sito ufficiale di KeyToMarkets

Pepperstone criptovalute Bitcoin, Ripple e altro

Pepperstone è uno dei pochi broker forex ad offrire il trading di criptovalute sulla metatrader. I clienti pepperstone possono fare trading 24 ore su 24 con:

  • Bitcoin e Bitcoin Gold
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Ripple
  • Dash

Ben 6 sottostanti di criptovalute che possono essere tradati a partire da 0,1 lotti (circa 10 cents a dollaro di sottostante) che rendono il trading delle criptovalute accessibile a tutti. La leva finanziaria sulle criptovalute è di 1:5.

Metalli preziosi e materie prime

Se spostiamo lo sguardo verso i metalli preziosi e le commodity troviamo:

  • Oro
  • Platino
  • Palladio
  • Argento
  • Gas Naturale
  • Brent
  • WTI

Per quanto riguarda gli indici, commerciabili attraverso gli CFD, se ne contano addirittura tredici.

Tutti gli asset, o quasi, possono essere commerciati con leve molto alte, fino a 500:1. Le leve sono uno strumento molto utile poiché, a costo di qualche rischio (è sempre bene specificarlo), consentono di guadagnare cifre ingenti molto velocemente.

I migliori broker ECN in circolazione

La maggior parte dei trader retail si rivolge ai broker market maker. Esiste però una categoria a parte, preferita in genere dagli esperti e dagli investitori istituzionali: i broker ECN. Acronimo di Electronic Comunication Network, l’ECN porta il trading a un livello di professionismo elevato ma ha, come è logico che sia, vantaggi e svantaggi. Di seguito, una panoramica esaustiva su questo genere di broker e un elenco dei migliori in circolazione.

Cos’è un broker ECN

La caratteristica principale degli ECN è l’accesso diretto al mercato.


broker ecn
Ciò vuol dire che i prezzi non vengono manipolati (come accade con i market maker). Vuol dire anche che il broker si limita a intermediare il rapporto tra trader e mercato, a garantire un collegamento tra chi investe e il mercato vero e proprio, senza intervenire sugli ordini. Una conseguenza di questa dinamica – negativa – risiede nel fatto che gli ordini non sono garantiti. Il broker, anche se vi è necessita – non funge da controparte.

Un aspetto positivo è l’assenza degli spread, che caratterizza i market maker. Gli spread sono sostituiti dalle commissioni, che in genere sono espresse in percentuale. L’assenza di un intervento diretto da parte del broker, poi, pone in essere un approccio alla leva molto più prudente. I rapporti di leva sono in genere bassi. Un alta caratteristica tipica degli ECN è rappresentata dai depositi minimi iniziali, che sono in media nell’ordine delle migliaia di dollari/euro.

I 5 migliori broker ECN

XTB. E’ al quarto posto, tra gli ECN, per volume di trading. Fondato 10 anni fa, ha dalla sua un’offerta molto ampia di asset, tra cui spiccano valute, materie prime, CFD, azioni, indici, ETF. E’ compatibile con MT4 ma propone anche piattaforme più tecniche e molto efficaci. Un’altra caratteristica positiva è rappresentata dalla velocità di esecuzione: sono necessari, infatti, 85 millisecondi per eseguire un ordine.

Dukascopy. E’ attivo dal 2004 e ha sede in Svizzera. Questo broker coniuga efficienza e convenienza. Le commissioni, infatti, sono molto competitive. Ha inoltre una liquidità ottima, una velocità di esecuzione molto alta (anche se non raggiunge i livelli di XTB) e offre l’assicurazione sui depositi su un valore massimo di 100.000 franchi svizzeri.

FX Pro. E’ probabilmente il broker ECN più famoso. Non potrebbe essere altrimenti, visto la sua presenza capillare (offre servizi in oltre 150 paesi). Il suo punto di forza risiede nella liquidità, che è praticamente senza pari. Il merito va alla presenza degli investitori istituzionali, che lo hanno eletto più o meno universalmente come miglior broker ECN. E’ anche volto veloce: il 99% degli ordini viene eseguito in 50 ms.

KeyToMarkets. E’ uno dei broker più “anziani”. E’ stato fondato infatti oltre 20 anni fa e ha ricevuto la regolamentazione FCA UK. Il suo punto di forza è l’assistenza, che oltre a essere molto qualificata è presente 24 ore su 24. Le condizioni di trading sono ottime, l’offerta e la velocità sono leggermente superiori alla media dei broker ECN.

ICMarkets. Il pregio di questo broker è la convenienza, come testimoniato dal deposito minimo piuttosto basso. E’ apprezzato per essere un broker trasparente, efficiente, professionale. Offre una grande varietà in termini di piattaforme di trading e di conti, caratteristica che lo fa uno dei broker preferiti dell’utenza retail.

Markets.com tools strumenti utili per il trading

Markets lancia 3 tools strumenti utili è si dimostra ancora una volta uno dei broker più apprezzati in virtù della capacità di rispondere positivamente alle esigenze dei clienti. Ne è dimostrazione la continua proposizione di nuovi strumenti, l’aggiornamento costante e marcatamente orientato alla soddisfazione dei trader. Di recente, per esempio, Markets.com ha implementato l’offerta per i clienti italiani con tre nuovi strumenti. Ecco quali.

Entra in Markets e prendi 25€ gratis immediati

Trend dei Trader

La funzione Trend dei Trader consente a questi ultimi di avere informazioni certe e aggiornate circa il sentiment relativo a un asset, come per esempio una coppie di valute. Il trader può ora visualizzare una barra, la quale rappresenta un valore in percentuale. Maggiore è il valore, migliore è il sentiment. La funzione Trend dei Trader viene calcolata mediante l’analisi del numero di operazioni di acquisto e di vendita.

markets trend trader
Tale funzione è utile per:

  • Comprendere in maniera più dettagliata il trend;
  • Prendere decisioni valutando le ultime tendenze di acquisto e di vendita;
  • Scegliere con cura i tempi di entrata nel mercato;
  • Elaborare strategie di durata delle operazioni e supportare l’attività di individuazione degli stop loss e dei take profit

La funzione Trend dei Trader è disponibile sulle app di Markets.com compatibili con i sistemi iOS e Android. L’accessibilità, dunque, è garantita al 100%.

Tendenze attuali

La funzione “Tendenze Attuali” è disponibile per chi usa la piattaforma Web Trader. E’ in estrema sintesi una specie di motore di ricerca che permette ai trader di individuare gli asset più appetibili o idonei alle proprie esigenze. Nello specifico è possibile trovare:

  • Gli asset con il miglior aumento di prezzo delle ultime 24 ore;markets trend eventi

 

 

  • Gli asset con il maggior decremento di prezzo nelle ultime 24 ore;
  • Gli asset più volatili, ossia quelli che hanno fatto registrare le maggiori oscillazione nelle ultime 24 ore;
  • Gli asset con le maggiori percentuali di acquisti;
  • Gli asset che hanno raggiunto il proprio massimo a un anno;
  • Gli asset che hanno raggiunto il proprio minimo a un anno;
  • Gli asset che hanno goduto di un trend rialzista costante (e giornaliero) negli ultimi dieci giorni;
  • Gli asset che hanno sofferto di un trend ribassista negli ultimi dieci giorni;

Eventi e operazioni

L’ultima funzione implementata, “Eventi e Operazioni”, fornisce informazioni accurate circa gli asset sulla scorta delle opinioni e degli analisti degli economisti. Vengono prese in esame le elaborazione di 30 economisti.

news trading marketsNon solo, la funzione confronta le reazioni reali del mercato dopo la pubblicazione dei dati economici. E’ a tutti gli effetti una funzione in grado di automatizzare l’analisi fondamentale, attività in genere lasciata all’interpretazione e alle competenze del singolo trader.

I trader ricevono segnali in maniera rapida e precisa. Il risparmio in termini di tempo, dunque, è notevole.

La funzione appare, dal punto di vista grafico, come un semplice calendario economico. Cliccando sul singolo evento, però, comparirà una serie di dati, frutto appunto delle valutazioni degli analisti e di complesse, ma pienamente fruibili, elaborazioni statistiche.