Home » Tag Archivi: altcoin

Tag Archivi: altcoin

Bitcoin 2019 al rialzo – c’è da fidarsi?

Nei primi mesi del 2019 abbiamo assistito ad un netto recupero delle quotazioni del bitcoin da 4000 usd ai 7800 usd (in data 13 Maggio 2019) e un marketcap in netto recupero dai 112 B ai 230 Billions.

Bitcoin al rialzo – comprare o vendere?

Il bitcoin per tutto il 2018 ha creato bull trap ad ogni rimbalzo o meglio dire falso segnale rialzista. Il 2019 sembra un anno differente… ma sarà l’anno del vero rialzo o solo un momento transitorio?

E’ conveniente acquistare adesso? tornerà sopra 10.000 dollari?

Bitcoin grafici e trend 2019 – 2020

Ecco alcuni studi grafici che possono aiutarci a comprendere quali prezzi dovremmo tenere in mente per determinare un buon prezzo ma soprattutto un buon momentum di ingresso sul bitcoin.

Bitcoin grafico settimanale

Trend: l’inversione di tendenza nel grafico settimanale è molto evidente ma non convincente. Solo il superamento di 8500 usd potrà accreditare fiducia ad eventuali nuovi investitori.

Supporti e Resistenze: il primo supporto è 5800 usd, la prima resistenza è 8500 e la seconda è a ridosso dei 10.000 usd.

Come fare trading con il Bitcoin

Se sei interessato a fare trading online sul bitcoin puoi scegliere uno di questi broker CFD:

GAP sul CFD chiuso al 17 Maggio: aggiornamento

Bitcoin grafico giornaliero

Trend: rialzista ma in forte “euforia”

Supporti e Resistenze: tenere d’occhio il gap up come punto di ritorno del prezzo e di rientro rialzista.

Altcoin: consigli per investire con efficacia

Con il termine altcoin, forma contratta dell’espressione “alternative coin”, si intendono tutte le criptovalute eccetto il Bitcoin. In realtà, una definizione più ristretta esclude dalla categoria altcoin anche le valute più famose, come Ethereum, Litecoin e Ripple.

A prescindere dalla definizione, le altcoin rappresentano delle buone opportunità di investimento, in una visione che, a dispetto di quanto pensi il senso comune, non assegna un ruolo di assoluta predominanza al Bitcoin.

Certo, investire sulle altcoin è difficile, anche perché sono asset oggetto di un interesse scarsa da parte degli analisti. In questo articolo offriremo alcuni consigli per fare trading con le altcoin, e soprattutto farlo con profitto.

Consigli generali per investire sulle altcoin

  • Analizzare i White Paper. Questo documento reca tutte le informazioni necessarie sulla criptovaluta in oggetto: funzionamento, numeri, prospettive, sviluppo. E’ lo strumento perfetto per comprendere, con un margine di approssimazione ristretto se la criptovaluta è degna di interesse oppure no.
  • Diversificare. La diversificazione è una strategia di investimento buona per tutte le stagioni, a prescindere dall’asset. Lo è a maggior ragione quando si fa trading con le altcoin, che si caratterizzano per una imprevedibilità notevole. In questo caso, i criteri di diversificazione non si riducono alla capitalizzazione ma anche al posizionamento, ossia al ruolo che la criptovaluta intende interpretare nello scacchiere valutario.
  • Non fidarsi degli inizi brillanti. Il mondo crypto è pieno di fuochi di paglia. Se una criptovaluta si caratterizza per un inizio troppo brillante, è possibile che le sue prospettive di lungo periodo non siano poi così rosee.
  • Evitare le sotto-capitalizzazioni. Chi investe sulle altcoin si inserisce in un mercato di nicchia. Attenti però a non esagerare: le valute troppo sotto-capitalizzate determinano rischi maggiori, soprattutto in termini di volatilità.
  • Utilizzare un approccio Forex. Il consiglio, nella fattispecie, è di utilizzare, dove possibile, analisi tecnica e analisi fondamentale. La prima è abbastanza praticabile, dal momento che si basa sullo studio dei grafici. La seconda lo è un po’ meno, vista la cronica mancanza di market mover istituzionalizzati.
  • Analizzare con attenzione gli Exchange. Se avete deciso di fare trading diretto, dovrete fare riferimento necessariamente agli Exchange. Fate attenzione: esistono Exchange ed Exchange. Preferite quelli che magari non offrono condizioni economiche strabilianti ma che eccellono per garanzie di sicurezza.

Confronta i migliori Exchange – leggi qui

Strategie specifiche per il trading con le altcoin

  • Acquistare durante l’ICO. Questa strategia è indicata quando le ICO esprimono prezzi di partenza bassi (approccio di penetrazione), a fronte di una solidità conclamata del progetto. In questo caso, una volta liberalizzati gli scambi, il prezzo è destinato a salire. Dunque, chi ha acquistato la valuta (sotto forma di ICO) durante la fase ICO si ritrova con un asset grandemente rivalutato.
  • Acquistare dopo l’ICO. In tutti gli altri casi, ossia quando la ICO suscita un interesse medio da parte degli analisti, e la criptovaluta sembra destinata a inserirsi in un percorso di normalità, l’apertura degli scambi effettivi genera un calo momentaneo dei prezzi. Una buona idea sarebbe inserirsi proprio in questo solco, in questa fase, per poi attendere che la criptovaluta si rivaluti.
  • Prediligere il lungo periodo. E’ una strategia molto difficile da adottare, anche perché presuppone un certo lavoro di analisi. L’idea di base è di individuare dei pattern nei movimenti della criptovaluta, e quindi di riuscire a prevedere, con un certo margine di approssimazione, il suo comportamento nel medio e lungo periodo. Questa strategia, oltre a essere difficile da attuare, è però potenzialmente molto proficua. Necessari, in questo caso, alcuni strumenti tipici dell’analisi tecnica. Il riferimento è al MACD e all’RSI, meglio se utilizzati contemporaneamente.

HitBtc: l’Exchange che garantisce la liquidità

Nel panorama già saturo degli Exchange, HitBtc si impone come un player sui generis, in grado di offrire qualcosa più degli altri. Non si limita, infatti, a predisporre una offerta di criptovaluta ampia e ad adottare una politica di commissioni accessibili, bensì cerca di risolvere un problema che affligge strutturalmente gli Exchante: la mancanza di liquidità per gli ordini personalizzati.

In questo articolo parleremo approfonditamente di HitBtc, inizialmente elencando alcune delle sue caratteristiche più importanti, in seguito presentano alcuni suoi tratti esclusivi, i quali rappresentano un punto di forte divergenza rispetto all’offerta di Exchange attualmente in circolazione.

Cosa sono gli Exchange di criptovalute? Approfondisci QUI

Come funziona HitBtc

Apparentemente HitBtc è un Exchange criptovalute come gli altri. Ovvero, è una piattaforma browser che consente di acquistare e vendere criptovalute. La prima buona notizia consiste nel fatto che sì, è possibile acquistare della criptovalute con delle valute fiat, ossia euro, dollari, sterline. Ciò significa che per iniziare a commerciare in criptovalute non è necessario passare da altri Exchange: si può fare tutto direttamente su HitBtc. E’ possibile pagare comodamente con una carta di credito. Ad ogni modo, va precisato che la funzione delle valute fiat è consentire il possesso di criptovaluta. Infatti, alcune funzionalità di trading sono bloccate.

hitbtc exchange bitcoin altcoin

Ciò che in prima battuta colpisce di HitBtc è l’offerta. L’Exchange consente di acquistare oltre cinquanta valute. E’ un quantità, questa, che pone il prodotto ben al di sopra della media, e che si avvicina al top di settore. Su HitBtc, dunque, si trovano le criptovalute più famose, come Bitcoin, Ethereum e Litecoin, come quelle più di nicchia come Aeon e Storm. Non è un particolare da poco, o che può interessare solo gli specialisti: la presenza di molte criptovalute è infatti propedeutico a un processo di diversificazione completo e in grado di proteggere il capitale.

Un altro prego di HitBtc è l’accessibilità, che è innanzitutto economica. Le commissioni sono tra le più basse del mercato, e corrispondono allo 0,1% del volume tradato. L’accessibilità coinvolge anche l’interfaccia, la quale è stata pensata per essere utilizzata anche dai non addetti ai lavori. Molto utile, in particolare, la schermata che riporta i dati sul proprio capitale in base al suo impiego. Per esempio, se si seleziona “Main Account” si può visualizzare il denaro presente nel proprio portafoglio; se si seleziona Trading Account si visualizzata l’importo spostato nel portafoglio dedicato al trading; se si seleziona “In Order”, si visualizza il denaro vincolato dagli ordini attivi.

Le particolarità di HitBtc

Fin qui, HitBtc sembra un Exchange normale. Certo, all’avanguardia, completo, in grado di venire incontro agli utenti dal punto di vista economico, ma piuttosto ordinario. Infatti, sono altre feature a rendere HitBtc un Exchange da prendere seriamente in considerazione, e capace di emergere in mezzo alla concorrenza. Ecco gli elementi che differenziano HitBtc.

  • Scaled Order. Molti Exchange consentono di fare trading, e quindi posizionare gli ordini, con due modalità: Market Order e Limit Order. Nel primo caso, il prezzo è deciso dal mercato e il trader mette bocca solo sull’importo. Nel secondo caso, il trader decide sa l’importo che il prezzo. Nella fattispecie, è chiaro, l’esecuzione dell’ordine non è affatto immediata e nemmeno garantita, bensì vincolata all’azione di una controparte. HitBtc, però, propone una funzionalità aggiuntiva: lo Scaled. Grazie a questa funzionalità, il trader ha comunque un margine di discrezione su prezzo e importo, ma può fissare un range piuttosto che un numero preciso. In questo modo le possibilità di personalizzazione non vengono compromesse e, contemporaneamente, aumentano le chance di piazzare l’ordine.
  • Servizi per i Market Maker. E’ questo, probabilmente, l’elemento più disruptive di HitBtc. L’Exchange, infatti, offre un servizio anche per gli aspiranti Market Maker, ossia a chi fornisce liquidità, specie ai Limit Order (e agli Scaled). In questo caso, il soggetto che ha funto da controparte e ha reso possibile un ordine altrui non solo non paga nulla ma riceve anche una piccola cifra in cambio. E’ l’Exchange a pagare una commissione. Tale commissione viene chiamata “Rebate” ed è pari allo 0,01%.
  • Token IOU. HItBtc consente di commerciare in IOU, termine con il quale si designa una sorta di “pre-Token”. I trader possono acquistare IOU, agendo fin da subito sul prezzo, e solo una volta che il token sia stato attivato (perché la ICO è andata a regime) potrà essere tradato in maniera diretta.

In definitiva, HitBtc è un Exchange da prendere seriamente in considerazione. I suoi due punti di forza sono i seguenti. Da un lato, propone una offerta classica e solida, che soddisfa ciò che, di norma, un trader crypto si aspetta da un Exchange. Dall’altro lato, propone feature particolari e potenzialmente profittevoli (ne abbiamo appena parlato: IOU, rebate per i market makers, Scaled Order).