Home » Guide Trading » Analisi Tecnica » Pillole di trading: Come calcolare i Pivot Point

Pillole di trading: Come calcolare i Pivot Point

I Pivot Point sono dei punti di supporto e di resistenza che vengono utilizzati nella speculazione intra-day e nello scalping. Questi punti sono fondamentali per chi vuole conoscere dei livelli più o meno affidabili in cui il prezzo assume un particolare comportamento.

La tecnica dei Pivot Point è molto utilizzata e permette di operare con qualsiasi strumento finanziario. Fu il matematico Gann a definire matematicamente i Pivot Point, che si possono definire una sorta di evoluzione di alcuni studi di Fibonacci.

COME CALCOLARE I PIVOT POINT

Per quanto la cosa possa inizialmente sembrare difficile, i realtà il calcolo dei pivot point risulta estremamente semplice da capire e da attuare. Per calcolare i pivot point basta sostituire alle formule che ora vedremo i dati di fine giornata di qualsiasi strumento finanziario. I dati di cui abbiamo bisogno sono:

Prezzo massimo di giornata = x

Prezzo minimo di giornata = Y

Prezzo di chiusura giornaliero = Z

Prezzo medio di giornata = K = ( X+Y+Z )/3

Ora che abbiamo ottenuto i dati possiamo passare al calcolo dei primi due pivot point.

Resistenza 1° = ( 2xK ) – Y

Supporto 1° = ( 2xK ) – x

Questi due valori rappresenteranno i primi livelli di supporto e di resistenza da monitorare nel giorno successivo, ovviamente, vi sono altri punti di pivot da dover calcolare, vediamo come:

Resistenza 2° = K-S1°+R1°

Supporto 2° = k-R1°-S1°

Resistenza 3° = K-S2+R2°

Supporto 3° = K-R2°-S2°

STRATEGIA DEI PIVOT POINT

Ora che abbiamo calcolato i nostri pivot point possiamo passare alla nostra strategia che è molto semplice da seguire.

Se il prezzo tocca S1 si acquista, se tocca R1 si vende.

Se il prezzo supera la resistenza si acquista e si vende successivamente quando il prezzo raggiunge la resistenza di secondo livello R2. La stessa cosa va fatta se il presso supera il supporto, l’unica differenza è che anziché acquistare in questo caso si deve vendere allo scoperto.

ATTENZIONE: se il prezzo non dovesse dirigersi verso il secondo pivot point e tende a scendere o salire al primo punto di pivot va subito staccato l’investimento.

Antonio

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

x

Check Also

Bande di bollinger

Bande di Bollinger: cosa sono e come si usano

Le Bande di Bollinger costituiscono un indicatore molto utilizzato dai trader di ogni ordine e grado. Tra i pregi, spicca il buon carattere predittivo e una certa facilità di lettura. E’ anche un indicatore relativamente recedente, dal momento che è stato “inventato” dal trader, analista e formatore John Bollinger nel non lontano 2001. Nonostante una certa semplicità del meccanismo di ...