Home » Tag Archivi: forex trading

Tag Archivi: forex trading

XM.COM: broker forex per trading online sicuro e affidabile

XM.com è uno dei migliori Broker Forex e CFD, tra i più sicuri e affidabili in Europa.

XM Group (XM) è un gruppo di broker regolamentati. Trading Point of Financial Instruments Ltd nasce nel 2009 ed è regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC 120/10), Trading Point of Financial Instruments Pty Ltd nasce nel 2015 ed è regolamentata dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC 443670) e XM Global Limited nata nel 2017 con base in Belize e regolamentata da lla International Financial Services Commission (000261/106).

Sono 196 i Paesi che hanno scelto XM come partner e più di 21.000 sono gli affiliati.

Visita XM.com e inizia a fare esperienza nel trading

XM: affidabilità e sicurezza

Uno dei principi cardini di XM è proprio la Sicurezza dei Fondi dei Clienti e in qualità di broker Forex regolamentato dalle principali certificazioni adotta alcune importati procedure, quali:

  • Opera con istituti bancari di primo livello
  • In caso di insolvenza, tutela i clienti con misure ulteriori come il Fondo di Compensazione dell’Investitore (solamente per i clienti Trading Point of Financial Instruments Ltd)
  • Effettua un monitoraggio delle transazioni e per la gestione del rischio per evitare la possibilità di perdite superiori all’investimento iniziale
  • Utilizza metodi di pagamento per i versamenti e i prelievi dei fondi che garantiscano la sicurezza dei trasferimenti e la privacy dei clienti mediante la tecnologia SSL
  • Fornisce informazioni dettagliate sulle condizioni di trading e la massima trasparenza degli strumenti finanziari forniti
  • Offre tra i migliori spread ai clienti
  • Non applica commissioni extra sui depositi e sui prelievi. Non ci sono costi fissi.

Tipologie di Conto trading XM

Se decidiamo di fare Trading Forex online con XM e quindi di aprire un conto, analizzando la piattaforma, abbiamo la possibilità di scegliere se

  • Aprire inizialmente un conto Demo, che ti consente di provare la piattaforma di trading Forex XM , utilizzando denaro virtuale e quindi senza correre dei rischi
  • oppure di aprire subito un conto Reale, beneficiando del Bonus di Benvenuto di 30 USD (o equivalente in altra valuta). This bonus is not available for clients registered under Trading Point of Financial Instruments Ltd.

A sua volta scegliendo di aprire un conto Reale, abbiamo tre tipologie di account:

  • Conto Micro, consigliato per trader principianti e adatto a chi vuole adottare un approccio a basso rischio verso investimenti. Consigliato per i conti fino a 3000 euro.
  • Conto Standard, consigliato per trader più esperti che attivano un maggior volume di negoziazioni.
  • Conto Zero, consigliato per lo scalping online e con spread ridotto quasi a zero! (nota bene: XM Ultra Low Account non è disponibile in tutti i  broker del Gruppo)
  • Conto ultra Low (nota bene: XM Ultra Low Account non è disponibile in tutti i  broker del Gruppo)

Confronta tutti i conti trading di XM QUI

Bonus XM

• “Free VPS for clients who maintain a balance (Equity-Credit) USD 5,000 or currency
equivalent.
• $30 Non-Deposit Trading Bonus for new clients only.
• The two-tier deposit bonus offers 50% deposit bonus up to $500 and 20% deposit bonus
up to $5,000.
• The XM Loyalty Program offers the clients XM Points (XMP) per lot traded. These XMP
can be redeemed at any time for credit bonus which can be used for trading purposes
only.”

Ottenere 30$ di bonus di benvenuto

Raccogli punti trading e trasformali in denaro reale

Il programma XM Loyalty offre ai clienti la possibilità di raccogliere gli XM Points (XMP) in base ai lotti tradati. Gli XMP possono essere riscattati in ogni momento dai clienti sotto forma di credit bonus che può essere usato per fare trading.

*Trading bonus e il Loyalty Program, non sono disponibili per i clienti di  Trading Point of Financial Instruments Ltd.

Diverse volte l’anno, inoltre, sono previsti ulteriori bonus stagionali in concomitanza con alcuni eventi del calendario economico e bonus esclusivi a cui si potrà accedere solo su invito.

Piattaforma di Trading XM

Una volta aperto il conto hai accesso completo a MetaTrader4, la Piattaforma di Trading Forex XM che è tra le più apprezzate e tra le più efficaci, in quanto offre delle funzionalità di trading avanzate.

La Piattaforma è accessibile da diversi dispositivi, quali:

  • PC/MAC (MT4 per PC, MT4 per Mac, Metatrader5, WebTrader MT4)
  • Metatrader 5
  • Smartphone (MT4 per iPhone, MT4 per Android e versioni MT5)
  • Tablet (MT4 per iPad, MT4 per Android e versioni MT5)

Depositi e Prelievi su Xm

Puoi depositare velocemente sul tuo conto attraverso diversi metodi di pagamento.

Anche i prelievi di fondi dal proprio conto XM possono essere effettuati con gli stessi strumenti e vengono elaborati in 24 ore, dopo che sono stati verificati tutti i documenti e il conto del trader.

Strumenti di Trading di XM

Questo broker offre più di 1000 strumenti finanziari che possono essere tradati su Metatrader (MT4 o MT5).

Gli strumenti finanziari inclusi sono Forex Trading, Stocks CFDs, Commodities CFDs, Equity Indices CFDs, Precious Metals CFDs, Energies CFDs.

Esempi di strumenti finanziari:

  • Forex, tra più di 50 coppie di valute, 24 ore al giorno per 5 giorni a settimana.
  • Materie Prime, maggiormente esposte alle economie mondiali, che ti permettono di speculare sui futuri movimenti rialzisti/ribassisti, maggior guadagno dal calo dei prezzi
  • Indici di borsa, accedendo direttamente e a bassi costi alle economie mondiali, per strategie di trading a breve e lungo termine
  • Metalli Preziosi, trading su oro e argento
  • Prodotti energetici, come il petrolio che è la materia prima più scambiata in tutto il mondo, sfruttando l’elevata volatilità

Centro formativo XM

  1. Webinar settimanali

Sono dei seminari online, dove ciascun partecipante può interagire con altri partecipanti e con il coordinatore direttamente dal proprio PC.

XM fornisce ai proprio trader diversi appuntamenti settimanali per consentire loro di diventare sempre più abili investitori e per sfruttare al meglio le strategie di trading Forex.

600x425_italian_webinars-it

https://www.xm.com/it/webinars

  1. Webinar Forex GRATIS – ISCRIVITI

Nel 2019 sono in programmazione numerosi Webinar Trading, in cui il trader Lorenzo Sentino affronterà diversi temi formativi come:

  • Utilizzo avanzato della Metatrader 4 e 5
  • Studiare il trend, timeframe e ciclicità degli spreads
  • Strategie avanzate di trading Ichimoku
  • Utilizzo di oscillatori e indicatori ADX, RSI, SuperTrend, HeikenAshii
  • Risk e Money Management
  • Approccio psicologico ai mercati finanziari
  1. Video Tutorial

Il canale di formazione XM è ulteriormente potenziato da un sistema di video tutorials su vari argomenti, messi a disposizione da professionisti del settore allo scopo di fornire agli utenti tutte le risposte di cui hanno bisogno. visita la sezione https://www.xm.com/it/tutorials

  1. Segnali Forex XM

Tutti coloro i quali dispongono di un conto Reale su XM possono fruire gratuitamente e senza alcun limite dei Segnali Forex , per:

  • scaricare le analisi relative allo strumento finanziario di interesse, come ad esempio EUR/USD, GBP/JPY, USD/JPY, e così via.
  • Beneficiare della copertura di 10 strumenti finanziari in italiano
  • Disporre di due aggiornamenti al giorno

Assistenza clienti XM

Il broker XM offre ai suoi clienti una rete di supporto molto efficiente. L’assistenza ai clienti viene offerta 24 ore su 24 dal lunedi al venerdì in più di 20 lingue, attraverso i vari supporti:

  • Live chat
  • Telefono
  • E-mail

Libri trading: 5 testi per iniziare

I libri sul trading rappresentano una risorsa? Studiare sui manuali può apportare un contributo significativo al percorso di formazione? Sono domande, queste, che tutti gli aspiranti trader si pongono. Domande legittime, visto che al giorno d’oggi gli strumenti formativi online rischiano di prendere il sopravvento, e sono certamente più fruibili rispetto a un tomo polveroso.

La risposta, in realtà, è affermativa a entrambe le domande. Chi sta studiando per diventare trader non dovrebbe prescindere dallo studio dei libri sul trading. Il perché lo chiariremo nel prossimo paragrafo. In quello successivo, invece, elencheremo alcuni libri che non dovrebbero mai mancare nel programma di studio dell’aspirante trader.

Perché studiare sui libri

Chi si appresta a diventare trader, o vorrebbe semplicemente provare l’ebbrezza dell’investimento online, ha a disposizione una marea di risorse formative digitali. Basti pensare agli strumenti messi a disposizione dai broker, che offrono webinar, articoli formativi, video tutorial etc. Senza contare i corsi di trading indipendenti, che si fanno di mese in mese più numerosi.

Eppure, lo studio dei libri rappresenta ancora un passaggio necessario. Anche perché solo i libri possono offrire il grado di approfondimento sufficiente a trasmettere informazioni e approcci ai principianti. Ne consegue che, almeno nella maggior parte dei casi, lo studio dei libri sul trading risulta efficace soprattutto se inserito nella prima parte del percorso di formazione.

Inoltre, alcuni libri sono scritti così bene da essere entrati nell’immaginario collettivo dei principianti, e aver conquistato lo status di pietre miliari. Elenchiamo i più importanti nel paragrafo che segue.

I libri da studiare per gli aspiranti trading

  • The Intelligent Investor (Benjamin Graham). E’ forse la pietra miliare dei libri sul trading. E’ anche il libro migliore per iniziare, anche perché oltre a decantare i principi base (e qualcosa di più) dell’investimento speculativo, fornisce indicazioni circa il giusto stato mentale. Insomma, è una miniera di buoni consigli e indicazioni.
  • A random walk down Wall Street: The Time-Tested Strategy for Successful Investing (Burton Malkiel). Rispetto al testo precedente, è più tecnico e meno “psicologico”. Tuttavia, contiene indicazioni specifiche e chiare su come si debba condurre un’attività di investimento speculativo. Il tutto con un linguaggio molto semplice, adatto anche ai principianti.
  • The Four Pillars of Investing: Lessons for Building a Winning Portfolio (William Bernstein). Questo manuale è dedicato ai principianti più assoluti, sebbene sul finire offra indicazioni di carattere più avanzato. E’ una guida completa per chi vuole imparare a fare trading, e offre il giusto spazio tanto all’elemento psicologico quanto a quello tecnico.
  • The Essays of Warren Buffett: Lessons for Corporate America (Warren Buffett e Lawrence A. Cunningham). E’ scritto da uno dei trader più famosi e ricchi del pianeta. Si incentra, a dire il vero, sul mercato azionario. Tuttavia alterna indicazioni tecniche a indicazioni comportamentale, che possono essere ben recepite dagli investitori impegnati in tutti gli altri mercati.
  • Stocks for the Long Run (Jeremy Siegel). Altro testo dedicato ai trader dell’azionario. Nello specifico, offre informazioni per gli investimenti a lungo termine. La maggior parte delle indicazioni contenute nel libro, però, possono essere considerate “universali” e quindi utili anche agli investitori degli altri mercati.
  • Making the Most out of Your Money (Jane Bryant Quinn). Questo è un testo molto prezioso, scritto con un linguaggio a volte confidenziale, che coniuga tecnica e psicologia. Molto utile se ancora dovete maturare il giusto approccio mentale.
  • One Up on Wall Street (Peter Lynch). Testo molto particolare, mette al centro il tema delle informazioni, e offre consigli utili alla gestione delle stesse, nonché alla loro corretta interpretazione.
  • The Bogleheads’ Guide to Investing (Taylor Larimore, Mel Lindauer e Michael LeBoeuf). E’ il libro perfetto per chi vuole approcciarsi al trading in modo prudenziale. Tra le altre cose, infatti, offre indicazioni e istruzioni precise su due discipline fondamentali per i trader di ogni ordine e grado: il money management e il risk management. Inoltre, lo fa con un linguaggio chiaro, a uso e consumo dei principianti.

Corsi trading, quando sono utili?

I corsi di trading costituiscono una tipologia di risorsa formativa che si sta diffondendo a macchia d’olio. Sono sempre più numerosi gli aspiranti trader che inseriscono i corsi di trading all’interno del loro programma di studio. Molto spesso, rappresentano l’unica risorsa del percorso che dovrebbe portare un completo principiante a diventare un trader pronto per affrontare il mercato.

Tuttavia, un dubbio sorge spontaneo: i corsi di trading sono una moda o rappresentano veramente delle risorse utili? La risposta è sì, rappresentano una risorsa utile, ma solo a determinate condizioni.

Webinar trading con XM – professionalità e crescita personale

Un punto di inizio di qualità e con numerosi riconoscimenti didattici

Prima di continuare vi segnaliamo da subito i webinar trading di XM perchè sono gratis e aperti a tutti. Si tratta di corsi trading in tempo reale con istruttori e trader professionisti sul forex, azioni, indici e materie prime. Tra gli istruttori compaiono figure premiate e professionalmente riconosciute come Lorenzo Sentino e Carlo Vallotto.

Ecco una panoramica su questo tipo di risorsa formativa e qualche consiglio per scegliere solo i corsi adeguati alle proprie esigenze.

Perché i corsi trading?

I corsi di trading, specie quelli indipendenti (ovvero non legati a nessun broker in particolare) possono veramente tornare utili al principiante. Se fatti bene, possono rappresentare una parte sostanziale, se non maggioritaria, dell’intero percorso formativo. Perché? Ecco qualche buon motivo.

  • Sono completi per definizione. Nella stragrande maggioranza dei casi, i corsi si pongono l’obiettivo di insegnare l’arte del trading a chi non la conosce. Sono quindi progettati a uso e consumo del principiante. Questi, quindi, ha a disposizione un pacchetto completo, molto più semplice da fruire rispetto a libri, video, articoli specialistici etc.
  • Integrano teoria e pratica. Sempre nella stragrande maggioranza dei casi, i corsi vengono registrati con grafici e piattaforme alla mano. Vi è quindi un connubio tra teoria e pratica, per quanto quest’ultima non preveda alcuna interazione (eccetto rari casi). Questo concretizza un vantaggio significativo per i corsi di trading, almeno rispetto alle altre tipologie di risorse formative, come i libri, i manuali, gli ebook.
  • Sono gestiti da trader professionisti. I corsi sono progettati e gestiti direttamente da trader, dunque da gente che, almeno in teoria, sa quello che dice. Questo è sicuramente una garanzia di affidabilità, e offre l’opportunità di creare – per quanto in differita – una relazione di mentorship.
+

Ovviamente, i motivi sopra elencati rappresentano anche i requisiti minimi per prendere in considerazione un corso di trading. Un corso che dichiara la sua non completezza, che non prevede sessioni di trading (registrate o in diretta) e gestiti dal primo che passa, sono da scartare a priori.

Come riconoscere un buon corso di trading?

Non basta che un corso di trading rispetti questi requisiti minimi affinché venga considerato meritevole di attenzione. Anche perché, è bene chiarirlo, i corsi di trading rappresentano un investimento significativo. Il loro costo si aggira sulle parecchie centinaia di euro, sebbene spesso si sfoci nel migliaio (e si possa arrivare facilmente a cifre superiori).

Ad ogni modo, ecco qualche criterio ulteriore che può contribuire alla scelta. Ovvero, a distinguere i corsi di trading mediocri da quelli veramente utili.

  • Servizio chiavi in mano. Affinché un corso sia veramente meritevole di attenzioni, e possa rappresentare un investimento utile, esso deve offrire un servizio completo. Non deve semplicemente offrire contenuti utili ai principianti, ma questi devono consentire loro di diventare, in un tempo relativamente breve, dei trader fatti e finiti, pronti per il mercato. Dunque, assicuratevi che l’obiettivo del corso sia esattamente quello.
  • Le credenziali del trader. Che il docente sia un trader, è il requisito minimo. Ma è ovvio: esiste docente e docente, trader e trader. Il consiglio è di acquistare solo corsi progettati, gestiti e condotti da trader di successo, possibilmente molto conosciuti nell’ambiente, che possano portare dei risultati a riprova delle loro competenze. Se possibile, accertatevi anche dell’esperienza in campo formativo, dal momento che il successo di un corso non è dato solo dalle competenze di chi lo tiene, ma anche dalle sua capacità a trasmettere le nozioni.
  • Il costo. Quanto dovrebbe costare un buon corsi di trading? Ovviamente dipende dai contenuti. Certamente, non dovrebbe costare poco. Anzi, in quel caso si avrebbe la prova della sua mediocrità. Progettare e organizzare un corso costa, dunque se ci si trova di fronte a prodotti da 100 euro, è bene evitarli. Il prezzo, in questo caso, offre più di qualche indizio reale sul valore.

Guadagnare soldi online: meglio il Forex o il mercato azionario?

Se il vostro obiettivo è guadagnare soldi online con il trading, una delle prime decisioni da prendere riguarda il mercato sul quale investire. Le alternative preferite dai principianti sono, in genere, due: il Forex, ovvero il mercato valutario, e il mercato azionario.

Quale delle due alternative è preferibile? In questo articolo cercheremo di rispondere alla domanda, nella consapevolezza che la scelta definitiva spetta al trader, e che la questione potrebbe essere più soggettiva di quanto si possa pensare.

Forex: pro e contro

Il Forex è un mercato molto appetibile anche per i principianti. Lo si evince dalla diffusione cui il trading del Forex è andato incontro, sostenuto da un cambio di politica dei broker che hanno visto, proprio nel mercato valutario, un volano per acquisire clientela presso l’immenso bacino dei non addetti ai lavori. Per capire se possa fare al caso vostro, però, dovreste avere piena consapevolezza delle sue caratteristiche, e in particolare dei pro e dei contro del guadagnare soldi online con il Forex. Ecco una panoramica esaustiva.

I vantaggi del Forex

  • Il mercato è molto liquido. Quello del Forex, è il mercato più liquido al mondo. Si stima che il volume attorno alla sola coppia euro-dollaro sia superiore ai 3.000 miliardi di euro / 3.330 miliardi di dollari al giorno. Questo garantisce una più probabile copertura degli ordini e un rischio inferiore di manipolazione del mercato.
  • Il mercato è aperto 24 ore su 24. Il Forex è chiuso solo i weekend. Ciò significa che, potenzialmente, le opportunità di profitto sono superiori a qualsiasi altro mercato.
  • I broker che offrono servizi sul Forex sono numerosi. La maggior parte dei broker privati consente di fare il trading con il Forex. Ciò, tra le altre cose si traduce in un supporto maggiore per i principianti.

Svantaggi

  • L’offerta di informazioni è inferiore a quella del mercato azionario. Certo, gli analisti prendono in considerazione le valute e le notizie riguardanti le politiche monetaria fanno il resto, ma la mole di informazioni rimane inferiore a quella a disposizione dei trader azionari.
  • I prezzi sono meno volatili rispetto al mercato azionario. Questo è un dato di fatto, determinato tra le altre cose dalla maggiore liquidità.

Mercato azionario: pro e contro

Quando si pensa agli investimenti speculativi, il primo pensiero va alle azioni. Ancora oggi, nell’immaginario collettivo investire vuol dire investire nelle azioni. Ma è la migliore delle alternative per un principiante? Una rapida carrellata dei pro e dei contro può aiutare a scegliere con cognizione di causa.

Vantaggi

  • Le informazioni a disposizione dei trader sono potenzialmente infinite. Oltre all’interesse degli analisti, che considerano quello delle azioni il mercato più importante, si segnala il rilascio di informazioni a cui sono obbligate le aziende emittenti.
  • Il mercato è volatile. La borsa è molto più volatile del mercato valutario. Questo spiana la strada per profitti maggiore, per chi intende l’investimento in senso prettamente speculativo.

Svantaggi

  • Il mercato è… Troppo volatile. L’eccessiva volatilità potrebbe causare più di qualche problema ai trader poco esperti.
  • Il panorama azionario è troppo caotico. Questa è una diretta conseguenza della volatilità. Il rischio, purtroppo elevato, è non riuscire a capire in che direzione stia andando il mercato. Anche perché il fattore emotivo in borsa a un suo peso specifico.

Conclusioni

Dunque, cosa scegliere tra il mercato azionario e il mercato valutario? Dove risiedono le maggiori opportunità per guadagnare soldi online? In realtà, la risposta è demandata al singolo. Entrambe le alternative presentano pregi e difetti, vantaggi e svantaggi.

In linea di massima, però, dipende dallo stile di trading. Se solete adottare un approccio più adrenalinico e speculativo, ma allo stesso tempo lo studio delle imprese e delle società non vi fa paura, dovreste protendere per le azioni. Se invece volete mantenere un profilo più prudente, e vi piace rischiare ma non troppo, dovreste prendere in considerazione il Forex trading.

Corso di trading: perché è importante, come sceglierlo

Se non fate parte del mondo del trading ma siete comunque interessati a intraprendere questa attività, dovete prestare molta cura alla vostra formazione. Il percorso è difficile e impervio, vista la quantità di nozioni da imparare. Certo, fare da sé, individuando da soli il materiale didattico, è una scelta rischiosa. Meglio frequentare un corso di trading e tagliare la testa al toro.

Anche qui, però, c’è l’imbarazzo della scelta. Chi cerca un buon corso di trading spesso rimane disorientato dalla presenza di così tanti prodotti didattici. Dunque, è bene saper scegliere, isolare i corsi di qualità da quelli mediocri. In questo articolo vi spieghiamo come fare.

Perché il corso di trading

Il corso di trading, mediamente, consente di scongiurare tre rischi. Questi riguardano tutti coloro che, partendo da zero, vogliono costruirsi un bagaglio tecniche e tentare la fortuna nei mercati.

Frammentazione formativa. In genere, è l’aspirante trader a dover scegliere cosa, dove e per quanto tempo studiare. Una scelta complicata, che se effettuata con poca accortezza rischia di compromettere l’intero percorso formativo. Il corso di trading, se specificatamente dedicato ai principianti, azzera questo rischio. Dietro c’è un’offerta didattica più o meno strutturata, frutto del lavoro di un esperto. Insomma, il corso di trading traccia (e mette a disposizione) un percorso.

Teoria e pratica. Uno dei tanti problemi che affligge gli aspiranti trader riguarda la pratica. Le occasioni di toccare con mano il mercato, di fare esperienza di trading sono molto rare, se si opta per la formazione fai da te. Per fortuna, la maggior parte dei corsi offrono anche dei moduli pratici, in cui si assiste a una sessione vera e propria, magari in tempo reale. Altri corsi, i migliori, offrono l’occasione di fare trading con le demo (alla stregua dei compiti per casa).

Qualità dell’insegnamento. In genere, i corsi sono gestiti da un esperto, da un trader affermato o almeno con un po’ di esperienza. Un insegnante che possa fungere da mentore, e con cui è possibile costruire un rapporto di vicinanza, è più utile dell’autore di un libro, di un blogger, dell’impersonale firma di un pdf.

Come scegliere un corso di trading

Premesso che qualsiasi corso di trading “onesto” (ci sono truffe anche in questo segmento) rispetta le caratteristiche appena descritte, è bene precisare che esistono corsi buoni e corsi meno buoni. Per riconoscere i migliori, è bene dotarsi di strumenti di valutazione. In parole povere, è necessario porsi delle domande (e rispondere, ovviamente).

Il corso è completo? Se avete bisogno dell’abbiccì, il corso deve essere necessariamente completo, quindi offrire prima una panoramica esaustiva e solo dopo entrate in profondità. Verificatelo studiando l’offerta didattica.

Il corso prevede delle sessioni di trading reale? Queste sono fondamentali perché consentono di dare un’idea dell’esperienza di trading, è un assaggio di pratica che, comunque, per un aspirante trader è fondamentale ai fini formativi.

Chi insegna? L’insegnante è il protagonista, insieme agli studenti, del corso di trading. Verificate la sua identità, se possibile raccogliete informazioni sulla sua storia, sui risultati che ha raggiunto, sulle sue competenze. Non dovrebbe essere difficile, in genere gli insegnanti dei corsi “lasciano tracce” nelle testate offline e online di settore.

Una scelta azzeccata

L’offerta di corsi è davvero ampia quindi è molto semplice perdersi, provare un vero e proprio spaesamento. Gli strumenti di valutazione appena descritti, che comunque sono generici, certo possono dare una mano, ma richiedono tempo per essere utilizzati appieno.

Il consiglio è, nuovamente, di tagliare la testa al toro e rivolgersi direttamente ai grandi nomi del trading. Ovvero, ai broker di fama internazionale, come quelli presenti in questa lista. I broker migliori, infatti, offrono spesso corsi di trading per principianti o comunque materiali didattici molto utili.

Pepperstone: il broker ECN alla portata di tutti

Il broker Pepperstone può vantare però una qualità estremamente rara, frutto di una filosofia precisa. I trader hanno a disposizione numerosi broker, ciascuno dei quali – se guardiamo alla cerchia dei migliori – presenta una caratteristica particolare in grado di distinguerlo dalla massa. Il suo più grande merito, infatti, è aver regalato al grande pubblico la possibilità di operare in modalità ECN, abbassando le barriere all’entrata in termini di costi e competenze necessarie.

  • Broker ECN con licenza FCA e sede in UK
  • Spread a partire da 0,1
  • Ottimo per lo scalping o trading intraday
  • Mt4, MT5 e cTrader

Vale la pena, quindi, parlare diffusamente del broker Pepperstone.

Pepperstone, la sicurezza al primo posto

Pepperstone  nasce come un Forex broker ECN. Negli anni, però, ha saputo intercettare le esigenze di una utenza sempre più vasta mediante l’integrazione di altri mercati. Ad oggi, Pepperstone offre non solo il trading delle valute, ma anche dei CFD, dei metalli preziosi e delle commodity.

Lo fa in un contesto estremamente sicuro e protetto. Sono due gli elementi che comprovano questa affermazione. In primo luogo, il possesso di una licenza quanto mai solida. Essa è conferita dalla Commissione Australia per la Finanza e gli Investimenti, la celebre Asic, uno degli enti regolatori più inflessibili al mondo. In secondo luogo, Pepperstone opera la segregazione dei conti. In buona sostanza, i conti dei trader sono separati da quelli della società, e ciò pone in essere garanzie di sicurezza assolute.

Pepperstone, un broker alla portata di tutti

Pepperstone punta ad aprire le porte del trading a tutti. Lo fa mediante condizioni di trading estremamente favorevoli e un impianto formativo (fruibile direttamente dal sito, gratuitamente) all’avanguardia.

L’offerta di account pone il trader di fronte a una scelta.

  • Conto Standard. Mediante questo account, i trader operano con un approccio market maker. L’accesso al mercato non è diretto, ma gli ordini sono garantiti. Non si pagano le commissioni, che sono sostituiti dagli spread (come inferiori alla media degli altri broker). Il deposito minimo è veramente basso e pari a 150 euro.
  • Conto Razor. I trader che sottoscrivono questo account possono operare in modalità ECN. Ciò vuol dire accesso diretto al mercato, assenza di spread (o spread infimi, pari a 0,1 pip o poco più), commissioni basse ma fisse. Il deposito minimo è di 200 euro, praticamente un unicum nel panorama dei broker ECN.

Pepperstone stupisce anche se guardiamo all’offerta di asset.
I Forex Trader possono operare con:

  • Euro (EUR)
  • Dollaro americano (USD)
  • Sterlina (GBP)
  • Yen (JPY)
  • Dollaro australiano (AUD)
  • Dollaro di Singapore (SGD)
  • Dollaro di Hong Kong (HKD)
  • Franco svizzero (CHF)

Visita il sito ufficiale di KeyToMarkets

Pepperstone criptovalute Bitcoin, Ripple e altro

Pepperstone è uno dei pochi broker forex ad offrire il trading di criptovalute sulla metatrader. I clienti pepperstone possono fare trading 24 ore su 24 con:

  • Bitcoin e Bitcoin Gold
  • Ethereum
  • Litecoin
  • Ripple
  • Dash

Ben 6 sottostanti di criptovalute che possono essere tradati a partire da 0,1 lotti (circa 10 cents a dollaro di sottostante) che rendono il trading delle criptovalute accessibile a tutti. La leva finanziaria sulle criptovalute è di 1:5.

Metalli preziosi e materie prime

Se spostiamo lo sguardo verso i metalli preziosi e le commodity troviamo:

  • Oro
  • Platino
  • Palladio
  • Argento
  • Gas Naturale
  • Brent
  • WTI

Per quanto riguarda gli indici, commerciabili attraverso gli CFD, se ne contano addirittura tredici.

Tutti gli asset, o quasi, possono essere commerciati con leve molto alte, fino a 500:1. Le leve sono uno strumento molto utile poiché, a costo di qualche rischio (è sempre bene specificarlo), consentono di guadagnare cifre ingenti molto velocemente.

Tradeo social trading

Tradeo è una società di trading (e social trading) che opera sotto il marchio UR Trade Fix, Ltd, società regolamentata CySEC con numero di licenza 282/15.
Fondata nel 2012, Tradeo è un piattaforma trading che offre una serie di caratteristiche per il social trading. Tradeo unisce il trading sociale con una avanzata piattaforma di trading sia Web app che con Metatrader.

Visita il sito Tradeo.com

Tradeo offre un account standard che richiede un deposito minimo di soli euro 250 per iniziare.

I traders hanno accesso a quasi 100 strumenti di Forex e CFD.
Tradeo non è un broker, ma un partner di UR Trade Fix Ltd, che sono i veri fornitori dei servizi di intermediazione ottenuti tramite la piattaforma Tradeo.

Un conto demo Tradeo può essere utilizzato per un periodo illimitato, prima di mettere qualsiasi soldo reale. Un passaggio a un conto reale è facile può essere aperto in qualsiasi momento online, senza costi aggiuntivi o sforzi.

Tradeo opinioni sul social trading

Tradeo non è la prima piattaforma di social trading, ma è uno dei più recenti e basato sul concetto di trading sociale come la nuova ondata di futuro del Forex. Questo può essere visto nella loro totale dedizione a fornire una pura esperienza di social trading. Tutto ciò che segue, le commissioni e il sentimento di trading è al 100% gratuito.
Esempi di social trading appaiono proprio sulla pagina che presenta le immagini in movimento di come il trading sociale si comporta in linea e su cosa un trader può operare basta cliccare sulla scheda di trading sociale. Tradeo da la possibilità’ di visualizzare gli indicatori tecnici e analisi, grafici sociali, scambi con un solo clic, segnali di trading gratuiti e altro ancora.

tradeo social trading

Una caratteristica che rende la tabella sociale del Tradeo  è che include gli indicatori di sentimento e di volume reali, che possono essere accesi in qualsiasi momento. Questo è vero e proprio dato che mostra dove la maggioranza del cliente di Tradeo hanno le loro posizioni su una coppia di valute, e quanto viene negoziata attraverso il brokeraggio. Questi possono essere strumenti potenti per i traders che sanno come usarli.
Tradeo ha anche assicurato di includere una vasta gamma di strumenti di comunicazione e di messaggistica, che consente un’interazione oltre le analisi commerciali, creando un vero e proprio sociale e consentire agli operatori una finestra più aperta per basare le proprie intuizioni di fiducia. Una delle caratteristiche uniche della piattaforma trading sociale Tradeo è quella che
viene fornito un ulteriore commento che spiega le mosse strategiche di una scelta del partner. In altre parole, un trader può imparare come lui / lei va avanti con ogni trade per speculare. Possono essere impostate anche perdite di arresto automatiche per un aggiunta di protezione.
I clienti di Tradeo possono vedere tutti i traders che si sono resi pubblici, vedere le loro posizioni di trading, e anche seguire. Se uno dei due traders ha accettato l’altra “richiesta di un amico”, potrai chattare direttamente, proprio come Facebook.

Copy trading: probabilità di profitto dell’80%

I Traders hanno un casella  dove possono vedere cosa fanno i tuoi “amici”.

Questo può essere un modo meraviglioso per imparare, anche se i nuovi traders devono stare attenti a falsi segnali Se trattati con cura, questi strumenti sociali possono davvero accelerare ad imparare a fare trading sul nuovo trader. Infine, Tradeo.com fornisce un calendario economico incorporato, che può in realtà essere filtrato per valuta. Questa è una caratteristica utile. Il calendario è chiaro e puo’ fornire  agli operatori dove  possono coordinare la loro scelta delle opzioni alle date elencate sul calendario

Tradeo piattaforme MT4 e Web App

Tradeo offre una formazione professionale con un consulente finanziario, fornendo tutti i servizi per fare trading, ancor di più. La formazione, che è personalizzata per ogni cliente, e la conoscenza  dell’  MT4, i grafici e la piattaforma Tradeo stessa.

Tradeo prelievo e depositi

I depositi possono essere effettuati tramite carte di credito, bonifici, PayPal, Skrill Neteller. Non c’è un  massimo deposito

Assistenza clienti
La conoscenza Base è un servizio di FAQ molto utile che elenca  differenti domande e risposte riguardanti tutti gli aspetti del trading sociale e il modo di costituire un conto presso Tradeo.
Inoltre, i traders possono contattare un rappresentante Tradeo inviando un messaggio al supporto on line che è disponibile tramite chat live, email o telefono.

Conclusioni

Il team di gestione a Tradeo fornisce svariate opportunita’ formative, una piattaforma di trading sociale con una vasta gamma  di caratteristiche e vantaggi unici per i traders  nuovi o esperti. fornendo  alcuni traders da seguire, o copiare manualmente. Diventa quasi automatico.

Vantaggi

  • il miglior social trading
  • scelta delle piattaforme web o mt4
  • bassi spreads

Svantaggi

  • solo un tipo di conto trading
  • assistenza clienti in italiano limitata

Recensione Avatrade: un buon broker forex?

Avatrade è uno dei broker Forex più conosciuti in Italia. Forex, azioni, indici e materie prime sono a portata di mano con condizioni professionali ed efficienti.

Ha alle spalle una solida esperienza, rafforzata dal crescente favore che ha acquisito presso il suo pubblico di riferimento. E’ innanzitutto un broker onesto e sicuro. A dimostrarlo, tra le altre cose, le numerose licenze europee possedute. Su tutte vanno segnalate quelle erogate ASIC e dalla FSA. Avatrade, inoltre, è soggetto alla MiFid, normativa europea che tutela in modo efficace e stringente gli interessi degli utenti. 

Broker Avatrade: le condizioni economiche

Avatrade offre condizioni economiche vantaggiose. I trader sono messi in condizione di fare profitto grazie a una politica di spread piuttosto agevole. Si va, infatti, da un minimo di 3 a un massimo di 7 pip. Il deposito minimo è tra i più bassi della categoria, appena 100 euro, e consente anche alle persone comuni di intraprendere una carriera nel trading. E’ previsto un bonus di benvenuto pari al 20% del deposito iniziale, il quale tuttavia non può essere superiore a 10.000 euro. 

  • Depositi e prelievi veloci e sicuri
  • Deposito minimo di 100 euro
  • Spread a partire da 1 pips
  • Bonus fino al 20%

I prelievi e i depositi possono essere effettuati tramite bonifico bancario, Paypal, Neteller, Skrill e Web Money. I tempi di attesa non vanno mai oltre i cinque giorni, sebbene in alcuni casi (es. l’account Ava Select) la ricezione avvenga nelle 24 ore. 

Avatrade forex trading

Avatrade consente di tradare sul Forex, sui CFD, sulle azione e sugli indici, sulle materie prime e con le opzioni classiche. L’offerta è davvero completa e comprende oltre 200 asset differenti. 

Il broker Forex Avatrade eccelle soprattutto per quanto riguarda le piattaforme. Gli utenti hanno solo l’imbarazzo della scelta. A loro disposizione, infatti, ce ne sono addirittura otto. Dalla famosissima MetaTrader 4 alle versione con il mobile, dalla variante dedicata a chi pratica al trading automatico a quella riservata ai trader delle opzioni binarie. 

L’offerta di strumenti finanziari dipende dal tipo di conto. In ogni caso, al Trader è garantita la possibilità di praticare l’analisi tecnica e fondamentale, di visionare grafici in tempo reale. Vengono messe inoltre a disposizione analisi di mercato già pronte per l’uso e notizie molto aggiornate. 

I conti sono quattro: Silver, Gold, Platinum e Ava Select. Quest’ultimo conto dà diritto a fruire dei servizi di un analista contabile “personale”, di un tempo di prelievo ridotto a sole 24 ore e l’accesso diretto alla sala contrattazioni. 

Conto demo Forex gratis

Si segnala inoltre la possibilità di aprire il conto demo, uno strumento di inestimabile valore per chi vuole fare pratica senza rischiare il proprio capitale. La somma a disposizione dei trader che provano la demo è di 100.000 dollari (ovviamente finti). Il mercato è quello reale anche se il deposito è virtuale.

A prescindere dall’account, i trader sono supportati da una assistenza di qualità, presente in dieci lingue: italiano, inglese, arabo, cinese, tedesco, francese, giapponese, portoghese, russo, spagnolo. L’assistenza può essere contattata in ogni momenti tramite live chat, email, telefono. 

Un altro dei motivi che ha sancito il successo di Avatrade è l’importanza data alla formazione. Gli utenti, quale che sia il loro account, hanno accesso a una grande mole di materiale formativo, in grado di introdurre anche il più profano nel complicato mondo del trading. 

Markets broker: social trading forex cfd

Market broker forex cfd è stato fondato nel 2008 dalla Playtech Plc, una multinazionale quotata a Londra con una capitalizzazione di 2,6 miliardi di sterline. E’ un broker forex cfd molto apprezzato, capace di ritagliarsi uno spazio importante in un panorama molto competitivo, specialmente in Italia. L’opinione degli utenti è in genere molto favorevole. Basterebbe solo questo a dimostrare le sue qualità tuttavia…

E’ proprio vero? Markets.com è realmente uno dei migliori broker forex cfd in circolazione? Una recensione Markets.com contribuirà a chiarire le idee.

Markets.com è un broker forex cfd affidabile?

La risposta è sì. A testimoniarlo è il numero degli utenti che ogni giorno si affidano ai suoi servizi, ma anche la licenza erogata dalla Cysec, uno degli enti regolatori più importanti a livello globale. A suo favore gioca anche un’offerta molto ampia e variegata. Chi trada con Markets.com può scegliere tra il Forex, i CFD, le azioni, gli indici, i metalli preziosi, il petrolio, gli ETF e i futures. Le attività di trading possono essere praticate con fluidità e senza affrontare ostacoli di sorta. A favorire ciò è la presenza di una piattaforma proprietaria, disponibile anche nella versione smartphone (Markets Web Trader e Markets Mobile Trader).

Tipi di conto trading di Markets

  • Conto classico. Il deposito minimo è di 100 dollari. Vengono offerte analisi di mercato giornaliere e i tutorial formativi.
  • Conto standard. Il deposito minimo è di 2.500. Offre analisi di mercato ancora più approfondite e i segnali via SMS.
  • Conto premium. Il deposito minimo è di 25.000 dollari. Offre analisi premium e un’assistenza ancora più puntuale, precisa, personalizzata.

L’offerta di Markets broker forex cfd

Di seguito, le condizioni economiche e operative di Markets.com.

  • Deposito minimo 100 dollari (ma solo se si richiede il conto classico)
  • Spread minimo. Lo spread è fisso e quindi consente un money management più puntuale. Ad ogni modo, si parte dallo 0,005 per i CFD e dall’1.7 per il Forex.
  • Leva. Varia in base allo strumento e di default è impostata a 1:50
  • Bonus. Non ci sono offerte di bonus così come impone la nuova normativa CySEC
  • Metodi di pagamento. Si può versare e prelevare mediante bonifico bancario, carta di credito, Skrill, Neteller e Paypal.

In definitiva, non si può che affermare che la recensione Markets.com non può che restituire un buon esito. I punti di forza sono numerosi, non ultimo il ricco bonus di benvenuto e l’ampia offerta. L’unico difetto, se si vuole essere pignoli, risiede negli spread: sono fissi, quindi consentono una programmazione più precisa, ma per questo motivo sono leggermente più alti della media.

Analisi tecnica e analisi grafica: quali le differenze?

webinar forex gratisL’analisi tecnica è una disciplina di fondamentale importanza per tutti gli stili di trading. Consente, mediante un approccio scientifico e razionale, di comprendere la reale situazione del mercato e di fornire indicazioni sull’andamento futuro dei prezzi. Un’altra espressione cara ai trader è “analisi grafica”. Alcuni, ovviamente i meno esperti, tendono a confondere le due disciplina. D’altronde, hanno entrambi lo stesso oggetto di studio: il grafico.

Analisi tecnica

Si definisce analisi tecnica come quella disciplina che studia attraverso strumenti particolari il mercato così come viene rappresentato dal grafico. Il suo scopo è fornire “segnali”, ossia orientamenti utili alla progettazione degli ordini. Quando si parla di strumenti, si parla in realtà di “indicatori”, ossia dei mezzi di misurazione che restituiscono dei valori dal preciso significato. L’interpretazione di questi ultimi si basa su modelli ciclici, quindi su un principip in particolare: i prezzi tendono a replicare gli stessi movimenti, a parità di condizioni un asset reagisce più o meno sempre allo stesso modo.

Il concetto può sembrare complicato ma padroneggiare l’analisi tecnica non è molto difficile. Sono necessari pazienza, un minimo di logica e una buona guida. Anche perché, fortunatamente, la stragrande maggioranza delle piattaforme offre gli indicatori già pronti per essere utilizzati e interpretati. Al trader non rimane che scegliere l’indicatore più adatto, impostare alcuni parametri e studiarne i risultati.

Ovviamente, è più facile a dirsi che a farli. In ogni caso, non c’è via di uscita: l’analisi tecnica va utilizzata. Il rischio, se si sceglie altrimenti, è approcciarsi al trader con il mero intuito, un po’ come se fosse gioco d’azzardo.

Analisi grafica

E l’analisi grafica? In realtà, è una sottocategoria dell’analisi tecnica. Una specie di branca. Esiste però una differenza tra analisi tecnica in senso stretto e analisi grafica. In quest’ultima, infatti, gli indicatori sono sostituiti dal grafico nudo e crudo. I segnali, dunque, non provengono dagli indicatori bensì dal grafico o per meglio dire dalle figure che emergono da esso.

Il principio è il seguente: l’andamento del prezzo forma delle figure nel grafico. Alcune figure dicono qualcosa sul futuro dei prezzi, dunque possono essere utilizzate in senso analitico e predittivo.

Sono numerose le figure, quindi si può affermare che l’analisi grafica sia in qualche modo autosufficiente. Le figure si raggruppano in due categorie: figure di continuazione e figure di inversione.

Le prime segnalano, tra le altre cose, un proseguimento del trend. Le seconde, molto banalmente, annunciano una inversione di rotta.

L’analisi grafica ha la stessa dignità e autorevolezza dell’analisi tecnica nuda e cruda. E’ efficace, benché non priva di falsi segnali. Certamente è più difficile da padroneggiare dal momento che lo studio del grafico è “meno automatico” di quanto non lo sia l’utilizzo degli indicatori.

Lezioni di trading GRATIS

  • partecipare a seminari trading dal vivo gratis di Genova del prossimo 18 Febbraio
  • entrare nel canale Telegram e seguire le nostre analisi forex, studi di mercato e informazioni utili per fare trading in modo professionale: https://telegram.me/guidatrading

Guida Trading Analisi Tecnica

  1. Analisi Tecnica
  2. Il trend
  3. Oscillatore stocastico
  4. RSI
  5. Stock-RSI
  6. MACD
  7. Supporto e Resistenza
  8. Aree di Supporto e Resistenza
  9. Media Mobile con livelli
  10. Medie Mobili Triplo Crossover
  11. Come usare l'Indicatore MFI
  12. ATR
  13. Ichimoku
  14. ADX
  15. Indicatori di Volatilità
  16. Candele Giapponesi
  17. Come usare le CandleStick – Hanging Man and Hammer
  18. CandleStick Doji
  19. Trading con Morning, Evening e Shooting Star
  20. Come usare i pattern Engulfing, Piercing e Dark cloud
  21. Candele Giapponesi con Metatrader
  22. Pattern D'inversione
  23. Modello testa e spalle
  24. Modello Doppio Massimo
  25. Modello Triangolo
  26. Le Flag
  27. Volume
  28. Pivot Point
  29. Cicli di Mercato Intermedi
  30. Bande di Bollinger
  31. Come usare le bande di Bollinger correttamente
  32. Indicatori per Opzioni Binarie
  33. Pattern 123 di Joe Ross
  34. Strategia Trading Pin Bar – Parte 1