Home » Tag Archivi: webinar forex

Tag Archivi: webinar forex

Webinar forex gratis da non perdere 2020

La formazione con i webinar forex gratis è utile per tutti. E’ un modo per:

  • confrontarsi
  • apprendere nuovi concetti
  • conoscere traders, relatori e valutare la loro capacità di formazione e di trasmissione di informazioni
  • ottenere offerte e promozioni da parte degli organizzatori (traders o broker)

I webinar forex sono lezioni online (solitamente gratuite) a cui si può accedere tramite link di invito o per effetto di registrazione all’evento. Quindi durante un webinar forex si può vedere lo schermo del relatore, ascoltare e interagire via chat o via microfono. I webinar forex online sono diventati lo strumento formativo più utilizzato negli ultimi anni anche perchè le recenti piattaforme di webinar offrono questo servizio in modo gratuito per chi vuole seguire.

Quindi non confondete i webinar forex con i seminari forex che invece sono riferiti a lezioni dal vivo in aulee formative. In questo caso possono essere eventi gratuiti (come i seminari forex di XM o a pagamento).

I broker forex che ci danno la possibilità di studiare con i webinar forex gratis 2019 in Italia e con lezioni di trading di alta qualità sono:

Si tratta di broker con regolamentazioni FCA o europee e di alta affidabilità. Ci sentiamo di dire però che solitamente XM e AvaTrade offrono lezioni tramite trader professionisti esterni che hanno molto interesse a far valutare i loro strumenti (indicatori o expert advisor) e che non hanno interessi particolari nei broker. Gli altri invece solitamente utilizzano dipendenti interni che quindi non sempre riescono a trasmettere contenuti di alta qualità.

Argomenti webinar forex gratis 2019

Leggendo nei siti ufficiali dei broker troviamo l’elenco delle lezioni programmate e vi segnaliamo:

  • XM – Analisi grafica in tempo reale su forex, indici, azioni e materie prime
  • XM – Supertrend, HeikenAshii, Ichimoku (varie lezioni su diversi aspetti), PinBar, Divergenze Prezzi – RSI
  • XM – Autotrading per tutti, Kumo Ichimoku, Ichimoku Completo, Analisi Ciclica
  • XM – Spread trading avanzato con indicatori e con expert advisor

Webinar forex Youtube

Non tutti possono essere online agli orari stabiliti e quindi abbiamo chiesto ai relatori e ai broker come poter rivedere i webinar. Lorenzo Sentino che è uno dei relatori più conosciuti in ambito di webinar forex ci ha consigliato di visionare i video caricati sul suo canale youtube presente QUI: https://www.youtube.com/user/ForexOnlineTrading/featured

In effetti Youtube sta contribuendo tantissimo alla formazione nel trading online perchè riesce a mettere a disposizione dei lettori moltissimi contenuti di qualità e i commenti degli stessi riescono a creare una classifica naturale dei migliori.

XM.COM: broker forex per trading online sicuro e affidabile

XM.com è uno dei migliori Broker Forex e CFD, tra i più sicuri e affidabili in Europa.

XM Group (XM) è un gruppo di broker regolamentati. Trading Point of Financial Instruments Ltd nasce nel 2009 ed è regolamentata dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (CySEC 120/10), Trading Point of Financial Instruments Pty Ltd nasce nel 2015 ed è regolamentata dalla Australian Securities and Investments Commission (ASIC 443670) e XM Global Limited nata nel 2017 con base in Belize e regolamentata da lla International Financial Services Commission (IFSC/60/354/TS/19).

Sono 196 i Paesi che hanno scelto XM come partner e più di 21.000 sono gli affiliati.

Visita XM.com e inizia a fare esperienza nel trading

XM: affidabilità e sicurezza

Uno dei principi cardini di XM è proprio la Sicurezza dei Fondi dei Clienti e in qualità di broker Forex regolamentato dalle principali certificazioni adotta alcune importati procedure, quali:

  • Opera con istituti bancari di primo livello
  • In caso di insolvenza, tutela i clienti con misure ulteriori come il Fondo di Compensazione dell’Investitore (solamente per i clienti Trading Point of Financial Instruments Ltd)
  • Effettua un monitoraggio delle transazioni e per la gestione del rischio per evitare la possibilità di perdite superiori all’investimento iniziale
  • Utilizza metodi di pagamento per i versamenti e i prelievi dei fondi che garantiscano la sicurezza dei trasferimenti e la privacy dei clienti mediante la tecnologia SSL
  • Fornisce informazioni dettagliate sulle condizioni di trading e la massima trasparenza degli strumenti finanziari forniti
  • Offre tra i migliori spread ai clienti
  • Non applica commissioni extra sui depositi e sui prelievi. Non ci sono costi fissi.

Tipologie di Conto trading XM

Se decidiamo di fare Trading Forex online con XM e quindi di aprire un conto, analizzando la piattaforma, abbiamo la possibilità di scegliere se

  • Aprire inizialmente un conto Demo, che ti consente di provare la piattaforma di trading Forex XM , utilizzando denaro virtuale e quindi senza correre dei rischi
  • oppure di aprire subito un conto Reale, beneficiando del Bonus di Benvenuto di 30 USD (o equivalente in altra valuta) in omaggio, senza obbligo di deposito in caso di conto con regolamentazione ASIC. (This bonus is not available for clients registered under Trading Point of Financial Instruments Ltd).

A sua volta scegliendo di aprire un conto Reale, abbiamo tre tipologie di account:

  • Conto Micro, consigliato per trader principianti e adatto a chi vuole adottare un approccio a basso rischio verso investimenti. Consigliato per i conti fino a 3000 euro.
  • Conto Standard, consigliato per trader più esperti che attivano un maggior volume di negoziazioni.
  • Conto Zero, consigliato per lo scalping online e con spread ridotto quasi a zero!
  • Conto ultra Low (nota bene: XM Ultra Low Account non è disponibile in tutti i  broker del Gruppo. Il paese di residenza del cliente potrebbe non avere a disposizione questo tipo di conto)

Confronta tutti i conti trading di XM QUI

Bonus XM

Con il Broker XM potrete beneficiare di alcune interessanti promozioni. Tutti i clienti che aprono un conto reale XM con ASIC per la prima volta hanno diritto al bonus zero deposito. Prende questo nome perché XM non richiede nessun deposito e dunque potrete fare trading reale senza rischiare il capitale investito. Una volta richiesto il bonus (entro 30 giorni dall’apertura del vostro conto) l’importo verrà immediatamente accreditato sul conto e reso disponibile per le vostre attività di trading. Un aspetto molto interessante è che tutti i profitti derivanti dall’uso del bonus possono essere prelevati.

Bonus 50% fino a 500 usd

Oltre al bonus di benvenuto, il Broker XM con regolamentazione ASIC dispone di un bonus di deposito su due livelli, cioè offre un bonus del 50% fino a 500 usd più un ulteriore bonus del 20% fino a un importo massimo di 5000 usd ( o equivalente in altra valuta).

I clienti con regolamentazione ASIC possono ottenere anche 30$ di bonus di benvenuto.

Ottenere 30$ di bonus di benvenuto

Raccogli punti trading e trasformali in denaro reale

Il programma XM Loyalty offre ai clienti la possibilità di raccogliere gli XM Points (XMP) in base ai lotti tradati. Gli XMP possono essere riscattati in ogni momento dai clienti sotto forma di credit bonus che può essere usato per fare trading.

*Trading bonus e il Loyalty Program, non sono disponibili per i clienti di  Trading Point of Financial Instruments Ltd.

Diverse volte l’anno, inoltre, sono previsti ulteriori bonus stagionali in concomitanza con alcuni eventi del calendario economico e bonus esclusivi a cui si potrà accedere solo su invito.

Piattaforma di Trading XM

Una volta aperto il conto hai accesso completo a MetaTrader4, la Piattaforma di Trading Forex XM che è tra le più apprezzate e tra le più efficaci, in quanto offre delle funzionalità di trading avanzate.

La Piattaforma è accessibile da diversi dispositivi, quali:

  • PC/MAC (MT4 per PC, MT4 per Mac, Metatrader5, WebTrader MT4)
  • Metatrader 5
  • Smartphone (MT4 per iPhone, MT4 per Android e versioni MT5)
  • Tablet (MT4 per iPad, MT4 per Android e versioni MT5)

Depositi e Prelievi su Xm

Puoi depositare velocemente sul tuo conto attraverso diversi metodi di pagamento.

Normalmente puoi usare le principali Carte di Credito, come Visa, MasterCard oppure Skrill  (perchè usare Skrill ???  leggi qui), Neteller, PaysafeCard o Bonifici Bancari.

Anche i prelievi di fondi dal proprio conto XM possono essere effettuati con gli stessi strumenti e vengono elaborati in 24 ore, dopo che sono stati verificati tutti i documenti e il conto del trader.

Strumenti di Trading di XM

Questo broker offre più di 1000 strumenti finanziari che possono essere tradati su Metatrader (MT4 o MT5).

Gli strumenti finanziari inclusi sono Forex Trading, Stocks CFDs, Commodities CFDs, Equity Indices CFDs, Precious Metals CFDs, Energies CFDs.

Esempi di strumenti finanziari:

  • Forex, tra più di 50 coppie di valute, 24 ore al giorno per 5 giorni a settimana.
  • Materie Prime, maggiormente esposte alle economie mondiali, che ti permettono di speculare sui futuri movimenti rialzisti/ribassisti, maggior guadagno dal calo dei prezzi
  • Indici di borsa, accedendo direttamente e a bassi costi alle economie mondiali, per strategie di trading a breve e lungo termine
  • Metalli Preziosi, trading su oro e argento
  • Prodotti energetici, come il petrolio che è la materia prima più scambiata in tutto il mondo, sfruttando l’elevata volatilità

Centro formativo XM

  1. Webinar settimanali

Sono dei seminari online, dove ciascun partecipante può interagire con altri partecipanti e con il coordinatore direttamente dal proprio PC.

XM fornisce ai proprio trader diversi appuntamenti settimanali per consentire loro di diventare sempre più abili investitori e per sfruttare al meglio le strategie di trading Forex.

600x425_italian_webinars-it

https://www.xm.com/it/webinars

  1. Webinar Forex GRATIS – ISCRIVITI

Nel 2019 sono in programmazione numerosi Webinar Trading, in cui il trader Lorenzo Sentino affronterà diversi temi formativi come:

  • Utilizzo avanzato della Metatrader 4 e 5
  • Studiare il trend, timeframe e ciclicità degli spreads
  • Strategie avanzate di trading Ichimoku
  • Utilizzo di oscillatori e indicatori ADX, RSI, SuperTrend, HeikenAshii
  • Risk e Money Management
  • Approccio psicologico ai mercati finanziari
  1. Video Tutorial

Il canale di formazione XM è ulteriormente potenziato da un sistema di video tutorials su vari argomenti, messi a disposizione da professionisti del settore allo scopo di fornire agli utenti tutte le risposte di cui hanno bisogno. visita la sezione https://www.xm.com/it/tutorials

  1. Segnali Forex XM

Tutti coloro i quali dispongono di un conto Reale su XM possono fruire gratuitamente e senza alcun limite dei Segnali Forex , per:

  • scaricare le analisi relative allo strumento finanziario di interesse, come ad esempio EUR/USD, GBP/JPY, USD/JPY, e così via.
  • Beneficiare della copertura di 10 strumenti finanziari in italiano
  • Disporre di due aggiornamenti al giorno

Assistenza clienti XM

Il broker XM offre ai suoi clienti una rete di supporto molto efficiente. L’assistenza ai clienti viene offerta 24 ore su 24 dal lunedi al venerdì in più di 20 lingue, attraverso i vari supporti:

  • Live chat
  • Telefono
  • E-mail

Corsi trading, quando sono utili?

I corsi di trading costituiscono una tipologia di risorsa formativa che si sta diffondendo a macchia d’olio. Sono sempre più numerosi gli aspiranti trader che inseriscono i corsi di trading all’interno del loro programma di studio. Molto spesso, rappresentano l’unica risorsa del percorso che dovrebbe portare un completo principiante a diventare un trader pronto per affrontare il mercato.

Tuttavia, un dubbio sorge spontaneo: i corsi di trading sono una moda o rappresentano veramente delle risorse utili? La risposta è sì, rappresentano una risorsa utile, ma solo a determinate condizioni.

Webinar trading con XM – professionalità e crescita personale

Un punto di inizio di qualità e con numerosi riconoscimenti didattici

Prima di continuare vi segnaliamo da subito i webinar trading di XM perchè sono gratis e aperti a tutti. Si tratta di corsi trading in tempo reale con istruttori e trader professionisti sul forex, azioni, indici e materie prime. Tra gli istruttori compaiono figure premiate e professionalmente riconosciute come Lorenzo Sentino e Carlo Vallotto.

Ecco una panoramica su questo tipo di risorsa formativa e qualche consiglio per scegliere solo i corsi adeguati alle proprie esigenze.

Perché i corsi trading?

I corsi di trading, specie quelli indipendenti (ovvero non legati a nessun broker in particolare) possono veramente tornare utili al principiante. Se fatti bene, possono rappresentare una parte sostanziale, se non maggioritaria, dell’intero percorso formativo. Perché? Ecco qualche buon motivo.

  • Sono completi per definizione. Nella stragrande maggioranza dei casi, i corsi si pongono l’obiettivo di insegnare l’arte del trading a chi non la conosce. Sono quindi progettati a uso e consumo del principiante. Questi, quindi, ha a disposizione un pacchetto completo, molto più semplice da fruire rispetto a libri, video, articoli specialistici etc.
  • Integrano teoria e pratica. Sempre nella stragrande maggioranza dei casi, i corsi vengono registrati con grafici e piattaforme alla mano. Vi è quindi un connubio tra teoria e pratica, per quanto quest’ultima non preveda alcuna interazione (eccetto rari casi). Questo concretizza un vantaggio significativo per i corsi di trading, almeno rispetto alle altre tipologie di risorse formative, come i libri, i manuali, gli ebook.
  • Sono gestiti da trader professionisti. I corsi sono progettati e gestiti direttamente da trader, dunque da gente che, almeno in teoria, sa quello che dice. Questo è sicuramente una garanzia di affidabilità, e offre l’opportunità di creare – per quanto in differita – una relazione di mentorship.
+

Ovviamente, i motivi sopra elencati rappresentano anche i requisiti minimi per prendere in considerazione un corso di trading. Un corso che dichiara la sua non completezza, che non prevede sessioni di trading (registrate o in diretta) e gestiti dal primo che passa, sono da scartare a priori.

Come riconoscere un buon corso di trading?

Non basta che un corso di trading rispetti questi requisiti minimi affinché venga considerato meritevole di attenzione. Anche perché, è bene chiarirlo, i corsi di trading rappresentano un investimento significativo. Il loro costo si aggira sulle parecchie centinaia di euro, sebbene spesso si sfoci nel migliaio (e si possa arrivare facilmente a cifre superiori).

Ad ogni modo, ecco qualche criterio ulteriore che può contribuire alla scelta. Ovvero, a distinguere i corsi di trading mediocri da quelli veramente utili.

  • Servizio chiavi in mano. Affinché un corso sia veramente meritevole di attenzioni, e possa rappresentare un investimento utile, esso deve offrire un servizio completo. Non deve semplicemente offrire contenuti utili ai principianti, ma questi devono consentire loro di diventare, in un tempo relativamente breve, dei trader fatti e finiti, pronti per il mercato. Dunque, assicuratevi che l’obiettivo del corso sia esattamente quello.
  • Le credenziali del trader. Che il docente sia un trader, è il requisito minimo. Ma è ovvio: esiste docente e docente, trader e trader. Il consiglio è di acquistare solo corsi progettati, gestiti e condotti da trader di successo, possibilmente molto conosciuti nell’ambiente, che possano portare dei risultati a riprova delle loro competenze. Se possibile, accertatevi anche dell’esperienza in campo formativo, dal momento che il successo di un corso non è dato solo dalle competenze di chi lo tiene, ma anche dalle sua capacità a trasmettere le nozioni.
  • Il costo. Quanto dovrebbe costare un buon corsi di trading? Ovviamente dipende dai contenuti. Certamente, non dovrebbe costare poco. Anzi, in quel caso si avrebbe la prova della sua mediocrità. Progettare e organizzare un corso costa, dunque se ci si trova di fronte a prodotti da 100 euro, è bene evitarli. Il prezzo, in questo caso, offre più di qualche indizio reale sul valore.

Libri sul trading: i migliori per passare da principiante a pro

I libri sul trading rappresentano una tappa fondamentale del percorso di formazione. Il medium potrebbe sembrare desueto, considerando il fatto che un aspirante trader ha a disposizione video corsi, coaching, webinar, blog, ebook. Eppure non si può prescindere dal caro vecchio studio teorico. Anche perché la letteratura classica sul tema è abbondantissima, e può costituire veramente uno strumento di apprendimento importante, e a tutti i livelli.

Certo, orientarsi in una offerta così satura non è facile. Da qui la necessità di comporre una lista dei più utili libri sul trading.

Libri sul trading per iniziare

Forex trading per comuni mortali – Patrizia Vigiani. E’ il testo perfetto per gli aspiranti trader, per chi è ancora all’inizio del suo percorso di formazione. Anche perché l’autrice ha inteso fornire tutti gli strumenti necessari per avviare una carriera nel trading, anche e soprattutto per chi parte da zero. Ne risulta un libro godibile, dalla curva di apprendimento molto dolce.

Trading for a living – Alexander Elder. Il libro di Elder è molto complesso, anche perché non si limita a fornire gli strumenti tecnici. Piuttosto, li arricchisce con abbondanti sezioni che trattano il complicato tema della psicologia (spesso bistrattata e trascurata dagli aspiranti). Si tratta quindi di un testo insostituibile per chi vuole arrivare preparato all’appuntamento con il mercato, con qualche spunto anche per chi vanta già una certa esperienza.

Libri sull’analisi

Analisi tecnica dei mercati finanziari – J. Murphy. E’ il più classico dei classici. Non a caso in tutti i corsi di trading viene indicato come manuale da studiare senza se e senza ma. Nonostante abbia alle spalle qualche decennio, il manuale di Murphy è ancora attualissimo, anche perché fornisce la teoria di base. All’occhio di un esperto, però, potrebbe sembrare troppo generico o, forse, incapace di apportare valore aggiunto.

Guida teorico-fondamentale sul Forex – Maurizio Mazzero, Daniele Ponzinibbi. Libro molto interessante, per metà manuale classico e per metà saggio tecnico. Si concentra soprattutto sull’analisi fondamentale, pratica necessaria – per quanto complicatissima – e finalizzata allo studio dell’ambiente economico in una prospettiva di predizione del mercato. Lo stile è particolare, in quanto alterna uno stile discorsivo a un registro molto tecnico.

Japanese Candlestick Charting Techniques – Steve Nison. Libro rivoluzionario, almeno per i tempi in cui è stato scritto. Ha contribuito in maniera decisiva, infatti, a diffondere le candele giapponesi in Occidente. Oggi è un eccellente libro formativo, utile per carpire i segreti dei grafici a candele e imparare a leggerli correttamente, soprattutto in una prospettiva di previsione del prezzo. Da leggere, studiare e metabolizzare.

Technical Analysis of Stock Trends – Edwards, Bassetti, Magee. E’ il libro più utile per imparare l’analisi grafica, che è una pratica importante, nonché quella più a portata di mano per il trader retail (non servono nemmeno indicatori per esperirla al meglio). Il libro, pur scadendo di tanto in tanto nel tecnicismo, si fa leggere abbastanza agevolmente, è chiaro ed è arricchito da illustrazioni (che evidentemente, visto l’argomento, non sono affatto di contorno).

Libri per esperti

Intermarket technical analysis – J. Murphy. Altro libro del trader americano. Il cambio di registro è evidente, vista la preponderanza di un registro molto tecnico. D’altronde il manuale è inteso per un pubblico esperto, più vicino al professionismo che al dilettantismo. Il contenuto è ottimo, in quanto teso a rivelare “segreti” che certo rappresentano una novità persino per il trading medio. Di certo, non è un libro adatto a tutti. Andrebbe letto sul finire del proprio percorso di formazione.

Day trading in the currency market – Kathy Lein. Il libro, come si evince dal nome, parla del Day Trading, un approccio molto particolare, finalizzato alla chiusura degli ordini entro la giornata. E’ anche un approccio complicato, difficile da adottare, visto il grande impatto emotivo che genera un ritmo così accelerato. Il libro, comunque, cerca di fornire strumenti per mettere in pratica questo particolare metodo (riuscendoci).

Corso di trading: perché è importante, come sceglierlo

Se non fate parte del mondo del trading ma siete comunque interessati a intraprendere questa attività, dovete prestare molta cura alla vostra formazione. Il percorso è difficile e impervio, vista la quantità di nozioni da imparare. Certo, fare da sé, individuando da soli il materiale didattico, è una scelta rischiosa. Meglio frequentare un corso di trading e tagliare la testa al toro.

Anche qui, però, c’è l’imbarazzo della scelta. Chi cerca un buon corso di trading spesso rimane disorientato dalla presenza di così tanti prodotti didattici. Dunque, è bene saper scegliere, isolare i corsi di qualità da quelli mediocri. In questo articolo vi spieghiamo come fare.

Perché il corso di trading

Il corso di trading, mediamente, consente di scongiurare tre rischi. Questi riguardano tutti coloro che, partendo da zero, vogliono costruirsi un bagaglio tecniche e tentare la fortuna nei mercati.

Frammentazione formativa. In genere, è l’aspirante trader a dover scegliere cosa, dove e per quanto tempo studiare. Una scelta complicata, che se effettuata con poca accortezza rischia di compromettere l’intero percorso formativo. Il corso di trading, se specificatamente dedicato ai principianti, azzera questo rischio. Dietro c’è un’offerta didattica più o meno strutturata, frutto del lavoro di un esperto. Insomma, il corso di trading traccia (e mette a disposizione) un percorso.

Teoria e pratica. Uno dei tanti problemi che affligge gli aspiranti trader riguarda la pratica. Le occasioni di toccare con mano il mercato, di fare esperienza di trading sono molto rare, se si opta per la formazione fai da te. Per fortuna, la maggior parte dei corsi offrono anche dei moduli pratici, in cui si assiste a una sessione vera e propria, magari in tempo reale. Altri corsi, i migliori, offrono l’occasione di fare trading con le demo (alla stregua dei compiti per casa).

Qualità dell’insegnamento. In genere, i corsi sono gestiti da un esperto, da un trader affermato o almeno con un po’ di esperienza. Un insegnante che possa fungere da mentore, e con cui è possibile costruire un rapporto di vicinanza, è più utile dell’autore di un libro, di un blogger, dell’impersonale firma di un pdf.

Come scegliere un corso di trading

Premesso che qualsiasi corso di trading “onesto” (ci sono truffe anche in questo segmento) rispetta le caratteristiche appena descritte, è bene precisare che esistono corsi buoni e corsi meno buoni. Per riconoscere i migliori, è bene dotarsi di strumenti di valutazione. In parole povere, è necessario porsi delle domande (e rispondere, ovviamente).

Il corso è completo? Se avete bisogno dell’abbiccì, il corso deve essere necessariamente completo, quindi offrire prima una panoramica esaustiva e solo dopo entrate in profondità. Verificatelo studiando l’offerta didattica.

Il corso prevede delle sessioni di trading reale? Queste sono fondamentali perché consentono di dare un’idea dell’esperienza di trading, è un assaggio di pratica che, comunque, per un aspirante trader è fondamentale ai fini formativi.

Chi insegna? L’insegnante è il protagonista, insieme agli studenti, del corso di trading. Verificate la sua identità, se possibile raccogliete informazioni sulla sua storia, sui risultati che ha raggiunto, sulle sue competenze. Non dovrebbe essere difficile, in genere gli insegnanti dei corsi “lasciano tracce” nelle testate offline e online di settore.

Una scelta azzeccata

L’offerta di corsi è davvero ampia quindi è molto semplice perdersi, provare un vero e proprio spaesamento. Gli strumenti di valutazione appena descritti, che comunque sono generici, certo possono dare una mano, ma richiedono tempo per essere utilizzati appieno.

Il consiglio è, nuovamente, di tagliare la testa al toro e rivolgersi direttamente ai grandi nomi del trading. Ovvero, ai broker di fama internazionale, come quelli presenti in questa lista. I broker migliori, infatti, offrono spesso corsi di trading per principianti o comunque materiali didattici molto utili.

Formazione Gratuita con Avatrade

Avatrade lancia il nuovo programma di formazione gratuita tramite webinar in diretta e interattivi. Per chi non conosce Avatrade vi riassumiamo qui alcuni dettagli:

  • Broker regolamentato in Europa
  • Broker internazionale presente in circa 190 paesi del mondo
  • Piattaforme per il trading mobile, Metatrader, Web
  • Broker utilizzabile con MQL5 signals e con Zulutrade – vedi qui
  • Broker con offerta Forex, Indici, Materie prime, Criptovalute e Azioni
  • Broker per il trading di opzioni vanilla tramite la piattaforma AvaOptions
  • Deposito minimo di 100 euro
  • Sponsor ufficiale Manchester City

Vai al sito di Avatrade – vedi qui

Gli appuntamenti sono già in calendario per tutto il 2018. Ecco alcune delle lezioni di trading gratuite che vi suggeriamo di seguire.

Webinar avatrade
Elenco completo dei webinar di Avatrade –Entra QUI

Correlazioni e Spread Trading

Presenter: Fabio Sella, italian team of PipTrend

Date 14/11/2018 – 05/12/2018

Come guadagnare dalle correlazioni nel trading sul forex e indici.

Punti chiave:

  • correlazioni nel forex
  • basket correlations
  • spread trend a 2 o più coppie o indici

Breakout volatility con PipTrend indicator

Presenter: Fabio Sella, italian team of PipTrend

24/10 – 28/11 – 19/12

Strategie di braekout volatility con indicatore PipTrend

  • Che cosa è la volatilità e il breakout

Tutti i webinar forex di avatrade sono in diretta, gratuiti e interattivi. I trader studenti potranno dialogare con il teacher e con il presentatore per porre le domande su dubbi o specifiche.

Come riconoscere i migliori webinar trading

I webinar trading sono strumenti di fondamentale importanza per i trader. Consentono, infatti, di accrescere le proprie conoscenze e di completare la propria formazione. Nello specifico, sono dei seminari online, durante i quali i partecipanti possono porre domande secondo le modalità e le dinamiche stabilite dagli organizzatori, proprio come se stessero assistendo a un seminario dal vivo. In effetti, se non consideriamo le differenze di medium (de visu vs streaming), webinar e seminari sono praticamente la stessa cosa.

L’offerta di webinar trading è molto ampia in Italia. Il problema, quindi, non è tanto trovare un webinar quanto riconoscere quelli di qualità, o che fanno al caso proprio. Ecco qualche consiglio, anzi qualche domanda da porsi, se l’obiettivo è verificare il livello di qualità di un webinar.

  • Chi lo organizza? L’identità di chi organizza il webinar trading è un aspetto di primaria importanza. Ovviamente, l’organizzatore deve essere autorevole. In genere, sono i broker a organizzare i webinar, un po’ per spirito di servizio un po’ per esigenze promozionali. Molto spesso, a organizzarli sono alcune testate di settore (ovviamente online), che fanno della divulgazione la loro missione principale. In ogni caso, è bene scegliere i webinar organizzati dalle realtà più importanti e famose del panorama del trading.

a tal fine vi consigliamo di visualizzare l’elenco dei webinar trading di:

Webinar gratis di XM.com

Elenco webinar di AvaTrade

  • Chi è il relatore? Una cosa è organizzare il webinar, un’altra è tenerlo. Un webinar ben organizzato ma che è preseduto da un istruttore non all’altezza rimane un pessimo webinar. Occhio, quindi, a chi cura i contenuti del webinar. E’ bene che sia un trader professionista, magari con numerose pubblicazioni all’attivo. L’importante è che i suoi risultati siano di dominio pubblico e quindi immediatamente verificabili.

webinar trading

  • Quanto costa? Questo è un aspetto controverso. Negli ultimi tempi si sono moltiplicati i webinar gratuti. La gratuità, nella maggior parte dei casi, è giustificata dalle esigenze promozionali. Il webinar è lo strumento attraverso cui un broker o una testata online vuole farsi conoscere, ma non è sempre sinonimo di bassa qualità, anzi. Il consiglio è di privilegiare i webinar gratuiti, ovviamente, ma non prima di averne verificato in maniera anticipata, e per quanto possibile, il livello di qualità.
  • Di cosa parla? L’argomento del webinar è la questione più importante. D’altronde si frequenta un webinar solo se esso è utile in termini formativi. Ora, i trader hanno esigenze diverse da questo punto di vista. Il consiglio è comunque di preferire i webinar che trattano argomenti avanzati, quindi non nozioni base, anche perché queste ultimi vengono affrontate ampiamente nei tutorial, che sono disponibili immediatamente e non impongono per essere fruiti la frequenza in diretta.

  • Che supporto tecnico fornisce? Questo è un aspetto importante ma spesso trascurato. Durante la diretta streaming infatti possono verificarsi problemi di natura tecnica, che limitano la fruizione dei contenuti e l’interattività. Alcuni organizzatori offrono un supporto “anticipato”, nel senso che permettono all’utente di eseguire prove audio e video, in modo da risolvere anticipatamente i problemi tecnici. XM, per esempio, è uno degli enti organizzatori che forniscono supporto da questo punto di vista.

I seminari forex XM gratis di Milano, Napoli e Catania

Xm è un broker forex e cfd conosciuto per la capacità di offrire servizi di alta qualità ai suoi utenti e soprattutto concentrato nella formazione con webinar forex settimanali e seminari forex in varie città. Non trascura nessuno degli aspetti legati alle attività di trading, formazione compresa. Anzi, da questo punto di vista eccelle particolarmente. Non solo offre webinar forex formativi settimanali ma è impegnato nella formazione dal vivo. Organizza, infatti, seminari forex in giro per il mondo. Nel 2017 sarà anche in Italia, per la precisione a Milano, Firenze, Reggio Emilia, Roma, Napoli e Catania.

Il seminario forex di Milano si terrà il 23 Novembre presso l’ITforum evento gratuito dedicato al trading online. Seguiranno altri seminari nelle città di Firenze, Torino, Reggio Emilia e Verona.

  • I seminari forex sono gratis per tutti
  • Con XM puoi avere 25 euro gratis per iniziare a fare trading
  • Puoi studiare online con i Webinar forex ogni Martedì e Giovedì

Si rinnova quindi l’impegno di XM nella formazione. Un impegno che trova il suo fondamento nella consapevolezza che il trading online è un’attività complessa, che necessita di competenze per essere svolta al meglio. Un impegno, inoltre, che è in fondo lo strumento per raggiungere un obiettivo più grande: rendere il trading online accessibile a tutti, anche ai trading non professionisti.

Per questo motivo, l’offerta formativa dei seminari XM alterna teoria e pratica, in un percorso di trasmissione delle conoscenze che punta a essere dialogico e inclusivo.

L’offerta didattica dei seminari forex XM

Nello specifico, i seminari forex XM verteranno su cinque argomenti.

Basi teoriche dei mercati finanziari. Prima di cimentarsi nel trading online, è bene acquisire le basi dei mercati finanziari, quindi avere una conoscenza generale di meccanismi che regolano il mondo dell’investimento. XM, coscienziosamente, parte proprio da questo elemento.

Basi teoriche del trading online. La teoria è importante, anche perché offre il terreno sul qualche edificare un sapere più specifico e più pratico. I seminari XM tratteranno di teoria senza per questo appesantire i partecipanti.

Analisi tecnica vs Spread Trading. L’analisi tecnica è la pratica grazie alla quale il trader trae orientamenti utili per prevedere i prezzi. Le risorse principali, in questo ambito, sono gli indicatori, strumenti frutto di lavoro statistico e tecnico. XM presenterà e illustrerà l’utilizzo degli indicatori ADX, MACD, Ichimoku e Heiken Ashii.

Monitoraggio. Il mercato va monitorato nel suo complesso, in quanto gli asset sono legati da un rapporto di interdipendenza. XM trasmetterà competenze specifiche circa il monitoraggio del mercato, offre tecniche di uso immediato.

Supporti e resistenze. Il supporto è il livello del prezzo che un asset, immerso in un trend negativo, tende a non oltrepassare. Il rapporto, viceversa, è il prezzo che un asset, immerso in un trend positivo, fa fatica a superare. Sono strumenti utili per il money management. XM si pone lo scopo di insegnarne l’utilizzo e l’individuazione.

Grafici a 4 ore, grafici a 1 ora. Questa particolare tipologia di grafici risultano utili ai trader che mettono in pratica un approccio improntato sulla velocità. Il trading veloce pone in essere rischi e opportunità, quindi merita decisamente un capitolo a parte. Lo scopo di XM e mettere questo approccio a disposizione dei principianti, sebbene venga considerato appannaggio degli esperti.

Swissquote: il broker che ha a cuore la formazione degli utenti

Swissquote è un broker forex e cfd di fama mondiale e molto conosciuto e apprezzato dai trader italiani. E’ il punto di riferimento per oltre 220.000 clienti sparsi in tutto il mondo, ai quali offre condizioni di trading favorevoli e la possibilità di tradare con una quantità elevata di asset.

Vai al sito di Swissquote
Swissquote è innanzitutto un broker sicuro. E’ infatti regolamentato dalla britannica FCA, conosciuta come uno degli enti regolatori più severi al mondo. Aderisce, inoltre, alla normativa MiFID, che pone in essere importati tutele per i consumatori. Infine, mette a disposizione dei clienti l’accesso al Financial Services Compensation Scheme, che protegge i depositi fino a 50.000 sterline.

swissquote

L’offerta formativa di Swissquote: webinar forex e seminari in Italia

Sono numerosi i pregi di Swissquote. Su tutti, l’attenzione che ripone nell’argomento “formazione”. Un tema molto importante, in quanto può fare la differenza, se il trader è alle prime armi. Il broker si pone dalla parte dei clienti e offre contenuti formativi di prim’ordine, completi dal punto di vista teorico e pratico.

Molto apprezzati dagli utenti sono in particolare i webinar, che di distinguono per qualità, gratuità e approccio dialogico. Sono infatti gestiti da trader professionisti, che hanno affrontano quotidianamente le tematiche di cui parlano. Sono inoltre in tempo reale, in modo che i partecipanti possano porgere domande e fare commenti. Infine, prevedono una procedura di prenotazione piuttosto semplice: è sufficiente iscriversi al sito di Swissquote e attendere un messaggio informativo riguardante gli eventi in corso e in programma.

I webinar sono incentrati sui seguenti argomenti:

  • Nozioni base sul Forex. I contenuti sono dedicati anche ai profani, a chi vorrebbe approcciarsi al trading online ma non ha nessuna competenza o conoscenza in merito.
  • Analisi tecnica. Gli utenti apprendono l’importanza dell’analisi tecnica, imparano a scegliere e utilizzare gli indicatori.
  • Strategie forex. I docenti illustrano strategie totalmente replicabili, in grado di ispirare trade vincenti.
  • Piattaforme. Le piattaforme messe a disposizione da Swissquote sono accessibili ma per sfruttarle al meglio è necessario studiare.
  • Trade a margine. L’utilizzo della leva è un’arma a doppio taglio. I webinar di Swissquote insegnano a padroneggiare questo strumento così affascinante (è in grado di moltiplicare in modo esponenziale i profitti).

Condizioni trading di Swissquote

Il broker non si distingue solo per l’offerta formativa ma anche per quella riguardante il trading in senso stretto. Nello specifico, consente di tradare con:

  • Il Forex (80 coppie di valute)
  • L’azionario (23 indici)
  • Le materie prime (greggio USA, greggio UK, gasolio, gas naturale, oro e argento)
  • I CFD su altri sottostanti

Dal punto di vista economico, Swissquote è in grado di offrire molto. Gli spread, infatti, sono tra i più bassi della categoria (spread a partire da 0.8 pip). I trade minimi, grazie alla presenza dei micro-lotti, si attestano sui 100 euro, i tassi Swap sono piuttosto convenienti.

Le piattaforme messe a disposizione, infine, sono Metatrader 4 e 5, molto famose presso la comunità dei trader.

Analisi tecnica e analisi grafica: quali le differenze?

webinar forex gratisL’analisi tecnica è una disciplina di fondamentale importanza per tutti gli stili di trading. Consente, mediante un approccio scientifico e razionale, di comprendere la reale situazione del mercato e di fornire indicazioni sull’andamento futuro dei prezzi. Un’altra espressione cara ai trader è “analisi grafica”. Alcuni, ovviamente i meno esperti, tendono a confondere le due disciplina. D’altronde, hanno entrambi lo stesso oggetto di studio: il grafico.

Analisi tecnica

Si definisce analisi tecnica come quella disciplina che studia attraverso strumenti particolari il mercato così come viene rappresentato dal grafico. Il suo scopo è fornire “segnali”, ossia orientamenti utili alla progettazione degli ordini. Quando si parla di strumenti, si parla in realtà di “indicatori”, ossia dei mezzi di misurazione che restituiscono dei valori dal preciso significato. L’interpretazione di questi ultimi si basa su modelli ciclici, quindi su un principip in particolare: i prezzi tendono a replicare gli stessi movimenti, a parità di condizioni un asset reagisce più o meno sempre allo stesso modo.

Il concetto può sembrare complicato ma padroneggiare l’analisi tecnica non è molto difficile. Sono necessari pazienza, un minimo di logica e una buona guida. Anche perché, fortunatamente, la stragrande maggioranza delle piattaforme offre gli indicatori già pronti per essere utilizzati e interpretati. Al trader non rimane che scegliere l’indicatore più adatto, impostare alcuni parametri e studiarne i risultati.

Ovviamente, è più facile a dirsi che a farli. In ogni caso, non c’è via di uscita: l’analisi tecnica va utilizzata. Il rischio, se si sceglie altrimenti, è approcciarsi al trader con il mero intuito, un po’ come se fosse gioco d’azzardo.

Analisi grafica

E l’analisi grafica? In realtà, è una sottocategoria dell’analisi tecnica. Una specie di branca. Esiste però una differenza tra analisi tecnica in senso stretto e analisi grafica. In quest’ultima, infatti, gli indicatori sono sostituiti dal grafico nudo e crudo. I segnali, dunque, non provengono dagli indicatori bensì dal grafico o per meglio dire dalle figure che emergono da esso.

Il principio è il seguente: l’andamento del prezzo forma delle figure nel grafico. Alcune figure dicono qualcosa sul futuro dei prezzi, dunque possono essere utilizzate in senso analitico e predittivo.

Sono numerose le figure, quindi si può affermare che l’analisi grafica sia in qualche modo autosufficiente. Le figure si raggruppano in due categorie: figure di continuazione e figure di inversione.

Le prime segnalano, tra le altre cose, un proseguimento del trend. Le seconde, molto banalmente, annunciano una inversione di rotta.

L’analisi grafica ha la stessa dignità e autorevolezza dell’analisi tecnica nuda e cruda. E’ efficace, benché non priva di falsi segnali. Certamente è più difficile da padroneggiare dal momento che lo studio del grafico è “meno automatico” di quanto non lo sia l’utilizzo degli indicatori.

Lezioni di trading GRATIS

  • partecipare a seminari trading dal vivo gratis di Genova del prossimo 18 Febbraio
  • entrare nel canale Telegram e seguire le nostre analisi forex, studi di mercato e informazioni utili per fare trading in modo professionale: https://telegram.me/guidatrading

Guida Trading Analisi Tecnica

  1. Analisi Tecnica
  2. Il trend
  3. Oscillatore stocastico
  4. RSI
  5. Stock-RSI
  6. MACD
  7. Supporto e Resistenza
  8. Aree di Supporto e Resistenza
  9. Media Mobile con livelli
  10. Medie Mobili Triplo Crossover
  11. Come usare l'Indicatore MFI
  12. ATR
  13. Ichimoku
  14. ADX
  15. Indicatori di Volatilità
  16. Candele Giapponesi
  17. Come usare le CandleStick – Hanging Man and Hammer
  18. CandleStick Doji
  19. Trading con Morning, Evening e Shooting Star
  20. Come usare i pattern Engulfing, Piercing e Dark cloud
  21. Candele Giapponesi con Metatrader
  22. Pattern D'inversione
  23. Modello testa e spalle
  24. Modello Doppio Massimo
  25. Modello Triangolo
  26. Le Flag
  27. Volume
  28. Pivot Point
  29. Cicli di Mercato Intermedi
  30. Bande di Bollinger
  31. Come usare le bande di Bollinger correttamente
  32. Indicatori per Opzioni Binarie
  33. Pattern 123 di Joe Ross
  34. Strategia Trading Pin Bar – Parte 1