Home » Tag Archivi: Fare trading

Tag Archivi: Fare trading

Fare trading: software e hardware

Ti sei messo in testa di diventare un trader professionista, di fare trading come si deve e di guadagnare. Hai iniziato un percorso di studio e di formazione, hai chinato la testa sui libri, hai frequentato forum, hai visto video corsi e via discorrendo. Insomma, ti senti pronto e in effetti lo sei. Hai però dimenticato un aspetto fondamentale: quello tecnico. No, non tecnico nel senso delle competenze. Tecnico nel senso di software e hardware.

Per fare un trading profittevole, infatti, è necessario scegliere una piattaforma efficace e usare un pc che sia in grado di sostenere. In questo articolo affrontiamo questi due elementi, che in genere – a torto – passano in secondo piano.

Quale piattaforma utilizzare per fare trading

In questo caso, la scelta è davvero ampia. Specie negli ultimi anni, l’offerta di piattaforma si è allagata, forte di new entry e vecchie conferme “rivisitate”. Il bivio di fronte al quale il trader neofita viene posto all’inizio della sua carriera, magari dopo che ha scelto il broker con cui operare è sempre lo stesso: piattaforma di terzi o piattaforma proprietaria.

Certamente, la piattaforma proprietaria, ossia sviluppata o comunque patrocinata dallo stesso broker, è una alternativa da prendere in considerazione, se non altro perché caratterizzata da un elevato grado di compatibilità con il broker stesso. Tuttavia, se si opta per questa strada, l’attenzione deve rimanere alta perché, logicamente, esistono piattaforme buone e meno buone.

Valutare con largo anticipo una piattaforma è molto difficile. Il consiglio, quindi, è di andare sul sicuro e optare per la piattaforma più diffusa e apprezzata dagli utenti: MetaTrader 4. Essa si caratterizza per la completezza dell’offerta, specie in termini di strumenti per l’analisi, per una elevata compatibilità con tutti gli hardware, per la velocità e per l’interfaccia funzionale. Cosa chiedere di più?

Quale pc per fare trading?

Per fare trading efficace è necessario possedere un buon pc. E’ il classico segreto di pulcinella, peccato però che spesso sia ignorato, un po’ perché la potenza del computer è l’ultima cosa a cui si pensa (se non altro in ordine cronologico) un po’ perché si vuole andare al risparmio.

Possedere un buon pc è essenziale poiché proprio dall’hardware dipendono concetti quali la velocità di esecuzione e la stabilità. Se avete intenzione di cogliere l’attimo, ed entrate dal mercato (o uscire) esattamente nel momento giusto, semplicemente non potete permettervi un pc lento, che si impalla o che impiega molto tempo a calcolare/caricare.

Ora, se guardiamo ai requisiti di MetaTrader 4, sembrerebbero non esserci problemi. Essi sono piuttosto bassi, praticamente paragonabili ai pc di una decina di anni fa. Si parla, per esempio, di processori da 2 gHz e di rame da 512 mb.

Tuttavia, questi numeri rischiano di fuorviare. Essi, infatti, corrispondono ai requisiti minimi, ossia quelli necessari, molto banalmente, a fare girare la piattaforma. Fare trading efficace è tutto un altro paio di maniche.

Dunque, ammesso che non abbiate di default un pc molto potente, valutate di acquistare un altro computer. Quali caratteristiche dovrebbe avere?

Processore. Esso ricopre una importanza notevole, dal momento che per fare trading, e quindi consentire alla piattaforma di girare senza intoppi, è necessaria parecchia potenza di calcolo. Il consiglio è di optare per processori dal Core i5 in su. Una certa sicurezza, però, si ha solo con i Core i7.

Ram. In questo caso, è bene abbondare con i giga. Lasciate perdere, dunque, i 512 MEGA dei requisiti minimi. La RAM consigliata deve essere almeno di 8 giga, meglio se 16.

Hard disk. Un bel disco rigido da 1 tera dovrebbe fare al caso vostro, a prescindere dalle modalità di trading e dalla piattaforma utilizzata.

Monitor. La questione “schermo” è più importante di quello che si pensa. L’interfaccia di MetaTrader, infatti, come quella di qualsiasi altra piattaforma, è piuttosto “piena” (di informazioni). Dunque è necessario uno schermo grande per non affaticare la vista. La scelta dovrebbe ricadere sempre su minitor da 17 pollici. Se invece volete usare schermi da 15 pollici, valutate l’uso contemporaneo di più monitor.

Sistema operativo. In questo caso, non è una questione di potenza o di efficienza, bensì di compatibilità. La verità nuda e cruda è la seguente: Windows è generalmente più compatibile di iOS. Dunque, optate sempre per i sistemi operativi Windows.

Lezioni trading facili con Plus500

Ecco una guida Plus500 utile per iniziare a fare trading online e per allenarsi e studiare con un buon broker CFD forex che nel tempo vi permette di mettere in pratica i vostri studi di analisi tecnica e grafica.

Per fare trading con il broker plus500 sarà necessario seguire questa guida plus500:

  1. studiare il trend dei grafici CFD di forex, azioni o indici
  2. usare la strategia di trading con lo stocastico, rsi o combinazioni di altri indicatori (ad esempio anche con le bande di bollinger)
  3. studiare i livelli di supporti e resistenze
  4. decidere quando comprare o vendere il titolo
  5. puoi anche visionare i nostri studi grafici su forex, indici, azioni o materie prime nel canale telegram gratuito: https://telegram.me/guidatrading

Chi è Plus500?

Plus500 è tra i migliori broker trading online, offre un’eccellente e completa piattaforma per negoziare sui Contratti per differenze (CFD) del mercato, con numerosi CFD su Azioni, Criptovalute, Forex, Materie prime, Indici ed ETF.

plus500 guida trading facile

La società Plus500 CY Ltd è stata fondata nel 2008 ed è regolamentata dalla CySEC con licenza n. 250/14. Plus500CY Ltd attualmente offre un portafoglio di oltre 2000 strumenti; Nel 2013 è stata quotata alla borsa di Londra.

Broker trading online Plus500… un po’ di numeri

Il broker per il trading on line Plus500, ha oltre due milioni di transazioni mensili;

Nel 2010 introduce gli ETF nelle negoziazioni e nell’anno 2013 viene quotata alla borsa di Londra sotto il ticker “Plus”, raggiungendo nel tempo i 1.000 milioni di dollari USD. Sempre nello stesso anno introduce il primo Bitcoin CFD al mondo.

Nel 2014 introduce nelle negoziazioni lo “Stop Garantito”.

Lezioni di trading per imparare ad utilizzare la piattaforma di Plus500

Prima di iniziare ad operare sulla Piattaforma di Trading Plus500, occorre capire bene come usare Plus500, quali sono le caratteristiche principali della Piattaforma di Trading, come fare trading con Plus500.

Abbiamo pensato dunque a una guida Plus500, interattiva e accattivante, infatti sul nostro canale YouTube abbiamo raccolto diversi video che vi spiegano Plus500, in particolare:

  • come aprire e chiudere un trade
  • come scegliere i cfd  di azioni o le valute
  • come seguire il trend a più elevata probabilità di guadagno
  • strategie, tecniche e informazioni sul money management
  • guida plus500 cfd su opzioni call e put
  • guida plus500 cfd opzioni americane e europee

Ma come funziona Plus500?

La prima cosa da fare è scegliere se attivare un Conto Reale con un deposito minimo di 100 euro o un conto demo gratuito per iniziare a negoziare.

Le quotazioni sono in tempo reale e i grafici sono personalizzabili con i principali indicatori di trading come  Bollinger, RSI, Stocastico o medie mobili.

Puoi valutare dunque i trend di mercato, per sapere se il trend è Rialzista, Ribassista o Laterale.

  • In caso di trend Rialzista devi piazzare un ordine BUY sul primo supporto importante disponibile
  • In caso di trend Ribassista devi piazzare un ordine SELL sulla prima resistenza importante disponibile
  • Se il trend è Laterale non devi fare nulla

Plus500 demo

Il modo più semplice per fare esperienza di questa Piattaforma è quello di scaricare il software gratuito, aprire un conto e negoziare con somme virtuali. Plus500 offre un Conto demo gratuito senza nessuna limitazione di tempo, al quale si affianca un’assistenza on line.

Aprire un conto demo gratuito ti offre diversi vantaggi:

  • Nessuna limitazione di tempo
  • Condizioni reali di negoziazione
  • Nessun rischio per il tuo capitale
  • Controllo e simulazione delle strategie di negoziazione
  • Assistenza online

Trading CFD su Azioni

  • Spread bassi.
  • Negoziazione di Azioni italiane, europee ed americane
  • Negoziazione di posizioni lunghe o corte.
  • Negoziazione sulle azioni con leva finanziaria
  • La capacità di utilizzare piccole somme di capitale e riuscire a negoziare con importi maggiori.
  • Controllo completo sui profitti e le perdite
  • Posizioni chiuse automaticamente una volta raggiunto il prezzo fissato.

Trading CFD su Criptovalute – Bitcoin

  • Spread bassi.
  • Negoziazione di Bitcoin, Bitcoin Cash, Ethereum, Ripple, Dash e altre criptovalute
  • Negoziazione di posizioni lunghe o corte.
  • Negoziazione con leva finanziaria
  • Controllo completo sui profitti e le perdite
  • Posizioni chiuse automaticamente una volta raggiunto il prezzo fissato sia come take profit che come stop loss.

Trading CFD su Cambi Valute Forex

  • Spread bassi tra i prezzi di acquisto e di vendita
  • Strumenti di negoziazione avanzati gratuiti con grafici professionali, limiti dei profitti e delle perdite, varietà di coppie di divisa.
  • Leva finanziaria, margine basso
  • Negoziare sul mercato FX con la leva finanziaria

Trading CFD su Indici azionari europei e americani

  • Spread bassi tra i prezzi di acquisto e di vendita.
  • Leva finanziaria e basse richieste di margine.
  • Tassi degli indici in tempo reale gratuiti con un aggiornamento continuo in tempo reale.

Trading CFD su Materie prime

  • Spread bassi tra i prezzi di acquisto e di vendita.
  • Negoziazione con la leva finanziaria
  • Controllo dei profitti e delle perdite
  • Chiusura automatica della posizione una volta raggiunti i valori stabiliti.

Trading CFD su Etf

  • Scambio dei Fondi fino a la leva finanziaria
  • Fondo con Spread bassi tra i prezzi di acquisto e vendita.
  • Strumenti di negoziazione avanzati gratuiti con grafici professionali
  • Leva finanziaria, margine basso

Gestione della leva finanziaria

Con il broker Plus500 è possibile negoziare con una leva finanziaria alta o bassa o con nessuna leva, a secondo del Valore di posizione totale e della Equity. È possibile controllare la Equity depositando o prelevando fondi. È possibile controllare il Valore di posizione totale aprendo o chiudendo le posizioni.

Inoltre si possono utilizzare tutti gli strumenti messi a disposizione per la gestione del rischio di negoziazione :

  • Leva finanziaria del conto
  • Livelli di prezzo “Chiudi a profitto” (Limite) o “Chiudi a perdita” (Stop Loss)
  • Stop garantito
  • Avvisi di prezzo via email o SMS gratis
  • Stop operativo

Metodi di deposito e di Prelievo

Come finanziare il proprio conto Plus500? Plus500 accetta diversi metodi di deposito fondi, strumenti semplici e veloci da utilizzare:

  • Visa/MasterCard
  • Skrill
  • Bonifico (necessari fino a un massimo di 3 giorni)
  • PayPal
  • Neteller

Si può iniziare a negoziare con un deposito minimo di 100 euro.

Con Plus500 come prelevare i fondi dal proprio conto di trading? Per quanto riguarda il procedimento di prelievo, per ottimizzare la protezione dei fondi e per verificare la proprietà dei metodi di pagamento utilizzato, basta convalidare il conto inviando una copia dei documenti e una copia di un documento che provi la residenza. I prelievi si effettuano utilizzando la stessa modalità scelta per il deposito.

Plus500 Tasse

Se si sono ottenuti dei profitti è importante ricordare che su questi è necessario pagare le tasse. Infatti il broker Plus500 non è un sostituto d’imposta, pertanto toccherà a te pagare le tasse in fase di dichiarazione dei redditi. L’aliquota non è molto elevata ed è pari al 26%.

Servizio clienti

Plus500 offre ai trader un continuo supporto via chat e email, durante tutto il corso della giornata. Grande vantaggio della piattaforma, poi, è la disponibilità di poter interagire con il servizio di assistenza in 16 lingue differenti

Applicazione mobile

  • Applicazione mobile per iPhone e iPad;
  • Applicazione Android per smartphone Android e tablet.
  • Dal 2016 la nuova applicazione Windows Phone.

Plus500 opinioni

In generale le opinioni dei trader sul broker forex Plus500 sono  davvero molto positive, grazie ai tanti vantaggi che il broker offre ai suoi clienti. A partire da una Piattaforma di Trading molto semplice e veloce, la possibilità di attivare un Conto Demo Plus500, aprire un Conto Reale con un deposito minimo di 100 euro arricchito da servizi gratuiti informativi. Uno dei vantaggi è sicuramente anche la facilità e la rapidità di prelievo dei fondi dal proprio conto di trading rispetto ad altri broker.

I CFDs sono strumenti complessi con un alto grado di rischio di perdita del capitale per via della leva finanziaria. In media il 74-89% degli investitori retail perde soldi con il trading di CFDs. Prima di investire soldi reali devi considerare la tua attitudine al rischio e al trading di CFDS.

Fare trading con Fiat, Exor, Enel, Terna

Fare trading con Fiat, Exor, Enel, Terna: cosa c’è da sapere

Per fare trading Azioni con le grandi società, qualsiasi sia la loro dimensione e qualsiasi sia la modalità di riferimento (trading azioni, trading Cfd, azioni opzioni binarie), è necessario informarsi. Ecco tutto ciò che serve sapere per tradare Fiat, Exor, Enel e Terna.

Fiat

La Fiat la conoscono tutti, ma forse a qualcuno è sfuggito che non si chiama più così. La famosa azienda torinese si è fusa con la Chrysler. Non si tratta di un particolare di poco conto visto che l’operazione ha risollevato le sorti del gruppo. Adesso si chiama FCA.

Dividendo 2015. Il Cda ha deciso di non stabilire dividendi. Questo per non disperdere le risorse acquisite nell’ultimo anno (fatturato +11%).

Previsioni. Molti analisti (tra cui Goldman Sachs) stabiliscono un target price tra 12 e 13. L’indicazione è, ovviamente, buy. Fiat, o meglio FCA, è quindi un ottimo asset per fare trading azioni, trading Cfd o trading in azioni opzioni binarie.

Enel

Anch’essa conosciutissima, è la società mista (la partecipazione statale è al 31%) che soddisfa la quota più consistente del fabbisogno di energia all’Italia. La capitalizzazione di borsa si attesta a 31 miliardi, il fatturato supera gli 80.

Dividendo 2015. Secondo Il Sole 24 Ore, Enel stabilirà per il 2015 un payout pari al 40% degli utili. Se quest’anno andrà bene come il precedente, si prevedono 10 centesimi ad azione.

Previsioni. E’ Goldman Sachs a guidare gli analisti. La prospettiva è favorevole. Mediamente, almeno fino al 18, si può parlare anche di un +16 centesimi all’anno.

Exor

EXRDailyE’ una holding finanziaria detenuta dalla famiglia Agnelli che, attraverso questa, controllano FCA, CNH Industrial, Cushman & Wakefield e altri. I suoi numeri sono importanti: è il 2° gruppo italiano per fatturato e il 24° mondiale

Dividendo 2015. Sono poche le speculazioni in merito. Eppure, non è difficile immaginare dividendi dell’ordine dei decimi di euro. D’altronde, nel 2014 sono stati distribuiti 0,33 euro ad azioni, merito anche dell’aumento del 500% degli utili su base annua.

Previsioni. Il riferimento è FCA. I due destini sono strettamente collegati. Non potrebbe essere altrimenti: un terzo di FCA è di Luxora. L’orientamento è quindi verso l’acquisto, con le quotazioni che potrebbero superare i 37.

FAI TRADING con le AZIONI con 24option

Terna

Terna sta ad Enel come FCA sta a Exor. Nello specifico, Terna è detenuta al 31% da Enel ed è un grande operati di reti per l’energia elettrica. Il fatturato è quasi 1,9 miliardi mentre gli utili si attestano sui 514 milioni.

TRNADaily

Dividendo 2015. Da questo punto di vista, le prospettive sono abbastanza certe, dal momento che è stato stilato un piano di dividendi. Si parla di 60 centesimo all’anno più il 60% del payout.

Previsioni. Le azioni di Terna sono caratterizzate da una stabilità accentuata (inseriti in trend leggermente positivi nel lungo termine). Una situazione, questa, che è destinata a durare nel prossimo anno. Attualmente un’azione Terna vale 3,9 euro.

Come fare trading sul Supporto a 1,20 su EURCHF

Il supporto di EURCHF

Il grafico di EURCHF mostra un supporto di lungo periodo 1,20 che potrebbe temporaneamente riuscire a fermare il trend ribassista. Come prima Proiezione di trend si potrebbe provare un acquisto di opzioni binarie CALL con scadenze a fine settimana oppure un long forex su EURCHF con lo scopo di rivedere i prezzi sul primo livello di resistenza di breve periodo:

EURCHFDailyCome Seconda ipotesi si potrebbe attendere la rottura definitiva della resistenza di lungo periodo per muoversi al rialzo. Naturalmente questa seconda ipotesi è di lungo periodo e sicuramente non accadrà nel breve. E' utile da tenere in mente per il futuro.

In generale però iniziano a presentarsi anche alcune divergenze degli indicatori da noi settati rispetto al trend dei prezzi e quindi potrebbe essere una conferma del possibile momento di cambio trend di lungo periodo.

Scopri perché le persone iniziano a fare trading

Trading onlineDa un indagine della banca virtuale Saxo Bank sono emersi dei dati molto interessanti che ci aiutano a riflettere sul perché sempre più individui scelgano di investire i propri risparmi nel trading online.

Molti potrebbero pensare che le persone investono per i soldi, invece, dalla recente indagine questo aspetto viene messo in secondo piano e, in alcuni casi, non viene proprio considerato.

Il 38% delle persone che investono i propri risparmi nel trading non lo fanno per i soldi, ma per il prestigio: fare trading è diventato uno status simbol. Il profilo di questo 38% è di persone sicure di se, che ostentano la propria ricchezza e che desiderano acquistare rispetto e ammirazione.

Quindi, non sono i soldi a spingere la maggior parte delle persone che fanno trading, ma il prestigio che ne deriva. Così: il 30% delle persone che fanno trading investono per provare il brivido della vittoria connesso a quello del rischio, per questa categoria di persone non conta il denaro, bensì l’adrenalina, l’emozione forte che scaturisce naturalmente nell’attività di trading, in un certo senso il denaro che perdono è come se lo avessero ” speso ” per acquistare questa sensazione. Il 30% è rappresentato da ragazzi che hanno un’età compresa tra i 20 e i 25 anni, sono ragazzi che vanno in cerca di emozioni forti, che vogliono provare a vincere, non importa quanto dispendioso possa essere.

La restante parte delle persone, il 32% dei trader, investe seguendo una strategia, lo fanno per dimostrare a se stessi di avere ragione, di battere il mercato, di vincere perché consapevoli di saper sfruttare le regole del gioco a proprio favore. Questa ultima fetta è composta dai piccoli e dai grandi trader, che, nonostante hanno fatto fortuna nel mercato, continuano ad osservarlo, a scrutarne i cambiamenti e a metterlo alla prova.

ALCUNE CONSIDERAZIONI IMPORTANTI

Dalla ricerca si evince che la maggior parte dei trader sia coinvolto non a livello finanziario ma a livello emotivo, la componente psicologica, quindi, gioca un ruolo fondamentale ai fini dell’approccio all’investimento. Un filo comune però lega il 100% dei trader e cioè quello di non perdere o almeno non pensare di perdere, ciò li spinge ad adottare comportamenti spesso irrazionali che fungono da aggravante alla loro già scarsa preparazione, spingendoli inevitabilmente a chiudere il loro conto in rosso.

ORA CHE SAI PUOI MIGLIORARE

La consapevolezza ci rende liberi, ora che sai le motivazioni che spingono la massa a investire nel trading online puoi migliorare il TUO approccio al trading, puoi decidere consapevolmente da che parte stare e farlo senza l’influenza della componente irrazionale che sempre riduce l’investimento di molti ad un semplice e deleterio ” gratta e vinci “. Il trading non è una scommessa, il trading è tecnica, tenacia, osservazione e razionalità, per vincere non devi sperare, per vincere devi conoscere il mercato e sapere quando è il momento giusto per cavalcare l’onda.

L’A B C del trader: come guadagnarsi le probabilità a favore

Trading onlineNel trading non conta vincere o perdere, ciò che conta è che le vincite siano più consistenti, in termine di ritorno di capitale, rispetto alle possibili perdite.

Questo si traduce nell’avere le probabilità a favore, ossia, di calcolare e garantirsi più del 51% di probabilità. Per quanto la cosa possa sembrare difficile basti pensare che molti trader professionisti non possiedono informazioni particolari o sconosciute, semplicemente riescono a mantenere un atteggiamento calmo e distaccato nei confronti del denaro, ai trader professionisti non importa se perdono, la cosa importante è tagliare le perdite e lasciare correre i profitti.

TAGLIA LE PERDITE E LASCIA CORRERE I PROFITTI

Questa è la grande regola del trading, tagliare le perdite significa stabilire, ancora prima di investire, quanto sei disposto a perdere per mantenere quella posizione.

Il concetto di perdita cambia totalmente tra un piccolo trader, che magari ha iniziato da poco, e i grandi trader professionisti che arrivano ad investire anche 300 milioni di dollari nel mercato: mentre i primi hanno paura delle perdite, considerandole come qualcosa di estremamente negativo ed inaccettabile, i secondi le accettano come una parte del gioco, l’unica cosa importante è ridurle al massimo, tagliarle, estirparle appena si presentano.

COME AVERE LE PROBABILITÀ A FAVORE

Le probabilità a favore non si hanno per grazia di Dio, come si suol dire, ma ce le dobbiamo guadagnare lavorando sodo. Fare trading non significa fare soldi facili, fare trading significa studiare e capire il mercato, non puoi capirlo se non lo conosci, come non potresti capire una donna senza neppure averci parlato almeno una volta.

Per capire il mercato vi sono due tipi di prospettive, una si chiama analisi tecnica e l’altra si chiama analisi fondamentale. Entrambe le prospettive offrono punti di vista interessanti, e se usate sinergicamemte possono portare a risultati davvero impressionanti.

L’attività di un trader è un po’ come il gioco d’azzardo, però con la differenza che le probabilità di vincita possono essere calcolate con un margine d’errore minimo. Iniziare a fare trading può rappresentare una grande opportunità di miglioramento sia sotto il profilo finanziario sia sotto il profilo professionale.